Il Tribunale Federale accoglie il ricorso presentato dall’Ing. Tarabuso e conferma la partecipazione del Caserta Softball alla serie A1



Nella seduta del 16 marzo del Tribunale Federale  si è svolta l’udienza di Camera di Consiglio in remoto per la discussione del ricorso proposto dall’ASD Polisportiva Caserta Baseball e Softball Academy avverso la decisione della Federazione di escludere dal massimo campionato di Serie A1 la compagine Casertana presiueduta dall’ing. Michele Tarabuso motivando tale decisione per la tardiva comunicazione di rinuncia alla partecipazione al campionato 2020 causa la crisi pandemica COVID 19.Ebbene nel corso dell’udienza sono state ben rappresentate per il Caserta Softball le motivazioni del ricorso preparato dall’avvocato Fortunato Napolitano e dal dott. Giuseppe Edoardo Tarabuso dello Studio Legale capitolino “Schicchitano – Di Pietro” che ha difeso gli interessi del team casertano. A nulla è valsa la difesa della Federazione rappresentata dall’Avvocato Valentina Aragona.

Dopo ampia discussione  il Collegio si è ritirato per deliberare l’accoglimento del ricorso del Caserta Softball e l’annullamento della delibera di esclusione disponendo l’inclusione della compagine casertana nella calendarizzazione del campionato nazionale di softball per l’anno 2021.



Un risultato di tutto rispetto per il team del presidente Tarabuso che si era visto escludere dalla partecipazione al campionato solamente a fine gennaio quando la stagione era già stata programmata con il manager Julio La Rosa oramai al lavoro dal mese di ottobre per allestire una squadra competitiva.

Grande soddisfazione anche per il Prof. Sergio Scicchitano che ha inanellato un altro successo nei confronti di una Federazione Sportiva Nazionale.

“Da domani non si riprende … perchè il Caserta non si è mai fermato ritenendo da sempre valide le proprie motivazione e riponendo, dal primo giorno, ampia fiducia nel sistema Federazione a partire dal Presidente Marcon e a finire agli organi di Giustizia nella loro interezza. Il 16 marzo per me è una data importante ma oggi lassù c’è stato qualcun altro che ci ha protetto, qualcuno che ha condiviso con noi tante emozioni e soddisfazioni e che ci ha lasciato di recente. Non potevano essere calpestate le nostre passioni  ed i nostri sacrifici. Già cinque anni fa, dopo tanti successi, abbiamo ricominciato dalla serie B. Ricominciare daccapo senza un valido motivo sarebbe stato troppo disarmante. Ringrazio tutti coloro che ci sono stati vicino a partire dal Sindaco Carlo Marino che ha perorato la ns causa  ed ha mantenuto costantemente i contatti per tutti gli aggiornamneti in merito. Altrettanto delicato è stato il ruolo svolto dal delegato regionale Peppe Mele che ha rappresentato le proprie preoccupazione per le ripercussioni negative  che ci sarebbero state sull’intero movimento. A Caserta  ci sono tramonti che non tramontano mai”