LA CASERTANA ABDICA AL “PINTO”. Un autorevole Avellino conquista il derby



Un’azione della gara (Foto Giuseppe Scialla)

CASERTA – Brutta sconfitta interna per la Casertana che abdica contro un grande Avellino che consolida la seconda piazza.

FORMAZIONI. Sorprese di formazione per entrambi gli allenatori con Guidi che sceglie Konatè al fianco di Carillo, parte dalla panchina Cuppone con Matos e Rosso a completare l’attacco con l’onnipresente Turchetta, in tribuna Del Grosso dopo lo stop di Catanzaro. Cambia completamente volto all’attacco Braglia che si affida alla coppia Bernardotto-Santaniello, panchina per i due bomber Fella e Maniero, rientra in mediana Sonny D’Angelo.



PRIMO TEMPO. Dopo venticinque secondi di gioco Avella scivola al momento del rinvio, pallone a Bernardotto che non è cinico, si fa perdonare l’estremo difensore casertano deviando in angolo a tu per tu con il numero sette. Casertana poco fortunata quando è costretta ad effettuare dopo soli dieci minuti il primo cambio di giornata con Matese che prende il posto dell’infortunato Izzillo. Avellino ancora pericoloso al 19′ quando Santaniello calcia di prima intenzione dopo l’ottimo cross di Ciancio, sfera che termina fuori alla sinistra di Avella. Alla terza occasione l’Avellino trova il vantaggio su calcio piazzato: cross lungo sul secondo palo di Tito che trova l’inserimento di Silvestri lasciato tutto solo dalla retroguardia rossoblù, il difensore biancoverde schiaccia di testa e la mette dove Avella non può arrivare, quarta rete stagionale per il numero ventotto al 26′. L’Avellino non perdona e dopo sette minuti trova il goal del raddoppio con Bernardotto. Da un esterno all’altro, Tito pennella per Ciancio che colpisce di prima intenzione, miracolo di Avella sull’esterno destro, ma il numero uno rossoblù non può nulla sul tap-in vincente di Bernardotto che la mette in rete da due passi (33′). La Casertana prova a svegliarsi dopo l’uno-due avellinese e si fa viva dalle parti di Forte due minuti dopo con Rosso che in area riesce a girarsi senza però trovare lo specchio della porta. La sfortuna si accanisce sulla Casertana che sotto di due goal è obbligata ad effettuare la seconda sostituzione di giornata con Konatè costretto ad uscire in barella per una trauma al ginocchio, dentro Buschiazzo a tre minuti dall’intervallo. L’ultima occasione di un primo tempo di marca completamente avellinese è il colpo di testa di Miceli sul cross di Ciancio, palla fuori nel terzo minuto di recupero.

L’esultanza irpina dopo il raddoppio (Foto Giuseppe Scialla)

SECONDO TEMPO. Cambio ad inizio secondo tempo per la Casertana, questa volta per scelta tecnica, con Cuppone che prende il posto di Matos. È tempo di cambi anche in casa Avellino con Braglia che al 61′ effettua il triplo cambio con Adamo, De Francesco e Maniero che subentrano a Carriero, D’Angelo e Bernardotto. Latitano le occasioni nella seconda parte di gara con l’Avellino che abbassa il ritmo e i padroni di casa che riescono solo a collezionare corner che però non impensieriscono la difesa ospite. L’Avellino prova a triplicare intorno alla metà del secondo tempo prima con il tiro del numero dieci De Francesco su schema d’angolo e poi con l’acrobazia in mezza rovesciata di Fella, pallone che non inquadra mai lo specchio. Clamorosa occasione per l’Avellino all’ 87′ quando Maniero, ben servito da Fella, si trova a tu per tu con Avella, tocco morbido e palla che termina incredibilmente fuori. Nei quattro minuti di recupero non accade praticamente più nulla, l’Avellino mantiene il risultato e la Casertana non riesce a sfondare il muro biancoverde, quarta gara consecutiva senza prendere reti per la squadra di mister Braglia. La Casertana si mantiene in zona play-off nonostante la gara tutt’altro che buona, l’obiettivo è invertire subito marcia nella trasferta di Torre del Greco contro la Turris.

TABELLINO

CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadzsiosmanovic, Konatè (43′ Buschiazzo), Carillo, Rillo; Izzillo (10′ Matese), Santoro, Icardi (68′ Varesanovic); Rosso, Matos (46′ Cuppone), Turchetta (68′ Pacilli). All. Guidi. A disp. Dekic, Zivkovic, De Sarlo, De Lucia, Polito, Longo.

AVELLINO (3-5-2): Forte; Illanes, Miceli, Silvestri L; Ciancio, Carriero (61′ Adamo), Aloi (89′ Silvestri M.), D’Angelo (61′ De Francesco), Tito; Bernardotto (61′ Maniero), Santaniello (68′ Fella). All. Braglia. A disp. Pane, Rizzo, Dossena, Rocchi, Baraye.

ARBITRO: Matteo Marcenaro di Genova

ASSISTENTI: Andrea Torresan – Alberto Zampese di Bassano del Grappa

MARCATORI: 26′ Silvestri L. (AVL); 33′ Bernardotto (AVL)

AMMONITI: Icardi, Konatè, Varesanovic (CAS); Aloi, D’Angelo, Silvestri L. (AVL)

ANGOLI: 7-5 per l’Avellino

RECUPERO: 3′ PT; 4′ ST