QUESTA CASERTANA FA SOGNARE! Falchetti da sballo a Catanzaro, una vittoria sontuosa



L’esultanza della Casertana a Catanzaro (Foto Giuseppe Scialla)

CATANZARO – Colpo grosso della Casertana al “Nicola Ceravolo”, i falchetti tornano vittoriosi dalla trasferta a Catanzaro espugnando, per la prima volta in stagione, l’impianto calabrese.

FORMAZIONI. La Casertana dello squalificato mister Guidi scende in campo con la novità Pacilli dal primo minuto di fianco a Turchetta e Cuppone, squalificato Matese in mediana il trio è composto da Santoro-Izzillo-Icardi. Novità nello schieramento dei padroni di casa con l’esordio dal primo minuto di Porcino sulla sinistra al posto di Paonessa, mentre l’ex di turno Carlini è il trequartista a supporto del duo Curiale-Di Massimo.



PRIMO TEMPO. Dopo nemmeno 120 giri di lancette la Casertana si rende subito pericolosa sull’asse Pacilli-Cuppone, la palla in verticale dell’ex Viterbese è perfetta per Cuppone che non ci pensa due volte e colpisce da fuori area, salva in angolo con un colpo di reni un attento Di Gennaro. Portieri protagonisti nei primi dieci minuti, dopo la parata dell’estremo difensore catanzarese arriva la pronta risposta di Michele Avella che con un intervento prodigioso salva la porta sul destro a giro destinato all’incrocio dell’attaccante Di Massimo. Carlini è ispirato e trova un corridoio interessante per Casoli che crossa al centro, Avella in tuffo non riesce a respingere il pallone e Curiale si fa ingannare dal mancato tocco e spedisce il pallone alto (18′). Ancora Catanzaro pericoloso quando Carlini imbecca Di Massimo, scambio di prima tra Curiale e l’ex Triestina che dal limite dell’area lascia partire un destro che non inquadra lo specchio (24′). La Casertana prova a giocare dal basso e il Catanzaro pressa sin da subito, sul successivo rinvio dal fondo i giallorossi recuperano palla al limite dell’area ed hanno una tripla occasione pericolosa. Prima Corapi non trova il guizzo giusto, poi Di Massimo e Curiale, salvato sulla linea, falliscono l’1-0 con la difesa rossoblù che riesce a mettere una pezza sull’errore in costruzione. I padroni di casa sono protagonisti di una ottima seconda parte di primo tempo e provano direttamente da piazzato con capitan Corapi, è ancora attento Avella che con i piedi manda in angolo nell’ultima occasione di una vivace prima frazione.

SECONDO TEMPO. Martinelli imbecca con un lancio lungo Casoli scappato sull’out di destra, l’esterno mette il pallone al centro per Curiale che in spaccata di prima intenzione impegna Avella nella doppia parata (51′). Nell’occasione si fa male Del Grosso e l’allenatore in seconda Cupi coglie l’occasione per cambiare volto alla squadra con Rillo che prende il posto dell’ex Siena, Matos e Rosso danno il cambio a Pacilli e Cuppone. Il Catanzaro preme e la Casertana trova il vantaggio: ripartenza rossoblù con Hadzsiosmanovic che da la palla in profondità a Rosso che mette al centro dove Scognamillo, nel tentativo di rinviare, mette il pallone alle spalle di un incolpevole Di Gennaro al 58′. Il Catanzaro non ci sta e prova da subito ad agguantare il pari con Di Massimo che ruba palla sull’out di sinistra ed impegna ancora Avella che si distende in tuffo e salva la porta (63′). La Casertana trova il colpo del possibile KO al 71′: angolo battuto dalla sinistra da Santoro che trova sul secondo palo il capitano Luigi Carillo che di testa beffa Di Gennaro e porta sullo 0-2 i falchetti. Quinta rete stagionale per il difensore goleador e Casertana cinica come non mai nel secondo tempo sfruttando ogni occasione per sfondare il muro catanzarese. Dentro anche Jefferson e il Catanzaro diventa ultra-offensivo dopo gli ingressi di Molinaro ed Evacuo, problemi per il tecnico Calabro costretto ad avanzare Contessa infortunato dopo aver terminato i cambi. Ma il Catanzaro ci crede fino alla fine e il lancio lungo trova ancora Di Massimo, il migliore tra le aquile del sud,  scattato sull’out di sinistra, il tiro-cross trova pronta la deviazione di Avella che manda in angolo (85′). I titoli di coda della gara li scrive Matos che taglia dalla sinistra e viene servito alla perfezione da Rosso, il portoghese vince il duello con Casoli e con un tocco morbido scavalca Di Gennaro a due minuti dal novantesimo, prima rete in rossoblù per l’acquisto di gennaio. Dentro allo scoccare del novantesimo anche Konatè e Polito, i cinque minuti di recupero regalano poche emozioni con la Casertana che può brindare ad una vittoria importantissima nella tana del, finora, imbattuto in casa Catanzaro. Il sogno della Casertana continua…

TABELLINO

CATANZARO (3-4-1-2): Di Gennaro; Scognamillo (72′ Verna), Martinelli, Fazio; Casoli, Risolo (72′ Molinaro), Corapi, Porcino (59′ Contessa); Carlini (79′ Jefferson); Curiale (59′ Evacuo), Di Massimo. All. Antonio Calabro. A disp. Branduani, Parlati, Gatti, Riccardi, Baldassin, Grillo, Garufo.

CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic (90′ Polito), Carillo, Buschiazzo, Del Grosso (53′ Rillo); Izzillo, Santoro, Icardi (90′ Konatè); Cuppone (53′ Rosso), Pacilli (53′ Matos), Turchetta. All. Andrea Cupi (Squalificato Federico Guidi). A disp. Dekic, Zivkovic, De Sarlo, Varesanovic, De Lucia, Longo.

ARBITRO: Michele Delrio di Reggio Emilia

ASSISTENTI: Mattia Politi di Lecce – Riccardo Pintaudi di Pesaro

MARCATORI: 58′ autorete Scognamillo (CAT) pro Casertana; 71′ Carillo (CAS); 88′ Matos (CAS)

AMMONITI: Risolo, Scognamillo (CAT); Buschiazzo, Pacilli, Rillo (CAS)

ANGOLI: 9-3 per il Catanzaro

RECUPERO: 0′ PT; 5′ ST