FERRARO, SI AVVERA UN SOGNO. Debutto in Eccellenza con la fascia da capitano della sua Maddalonese

Giornata memorabile per il figlio d'arte



Filippo Ferraro della Maddalonese

MADDALONI – Sabato è stato un pomeriggio davvero speciale per Filippo Ferraro, il difensore granata che dopo tanti anni ha potuto debuttare in Eccellenza con la maglia della sua città. Alla prima vera partita in campionato, la Maddalonese ha portato a casa tre punti importantissimi su un campo ostico come quello del Napoli United grazie al rigore siglato da Bruno Di Pietro nel secondo tempo. Una prima volta particolare per Filippo Ferraro, figlio d’arte di Michele, attuale direttore generale della Maddalonese ed ex calciatore di Gladiator e della squadra della sua città, un pomeriggio intenso e vissuto con la fascia di capitano al braccio per lui che ha sempre giocato tra Promozione e Prima Categoria. Figlio d’arte e della sua città che ha sempre difeso con orgoglio, dopo la gara di sabato ha espresso le sue sensazioni: “È stata una partita emozionante, non è da tutti esordire in un campionato di Eccellenza a 35 anni, ringrazio il capitano e l’amico Giovanni Barletta che mi ha concesso l’onore di indossare la fascia di capitano. È stato tutto perfetto, il risultato parla di una giornata perfetta. È stata una partita abbastanza equilibrata fino al rigore del nostro vantaggio, sono una squadra di categoria che da anni milita in Eccellenza, abbiamo tenuto bene il campo e alla fine, forse emozionati dal risultato, abbiamo avuto diciamo paura, ma l’importante sono stati i tre punti. Dedico la vittoria al presidente che nonostante la situazione relativa al Covid non ci sta facendo mancare niente, alla mia famiglia visti i sacrifici, la categoria ti porta a stare tanto tempo lontano da casa e anche a me stesso, che sono arrivato a questo traguardo inimmaginabile fino a qualche anno fa”.

Mai dire mai nel mondo del calcio, la classe operaia è andata in paradiso!