Vitulazio pronto al riscatto, il tecnico Diana: “Vogliamo essere competitivi”

Francesco Diana

La nuova avventura del tecnico Francesco Diana con il Vitulazio procede in maniera spedita. I rosanero sono tra le società più attive sul mercato con colpi importanti. In un’intervista rilasciata alla nostra redazione il nuovo tecnico dei vitulatini parla della sua scelta e di come il club sta operando per costruire una squadra competitiva.

Mister per te inizia una nuova avventura a Vitulazio. Cosa ti ha portato a scegliere i rosanero?

“Non nascondo che già lo scorso anno prima dell’approdo al Cellole c’erano stati dei contatti con la società. Dieci giorni fa la chiamata del ds Raffaele Cuccari ha fatto sì che ci fosse un incontro e il successivo accordo che abbiamo raggiunto in breve tempo”.

Il Vitulazio è reduce da una stagione poco entusiasmante. La prossima sarà quella del riscatto?

“Il Vitulazio quest’anno vuole essere competitivo domenica dopo domenica e contro tutti gli avversari. Io sono convinto che già l’anno scorso c’era una squadra forte, con nomi importanti. Varie vicissitudini che sono accadute però hanno fatto sì che la stagione prendesse una piega diversa dagli obiettivi iniziali del club. Per me il Vitulazio all’inizio era tra le squadre che poteva puntare tranquillamente ai play-off”.

State operando in maniera mirata sul mercato. Che tipo di programmazione avete imbastito?

“La società ha deciso di azzerare tutto e di affidarsi a quelle che sono le esigenze dell’allenatore. Conferme e acquisti sono frutto di un lavoro svolto in grande sinergia tra me, il direttore Cuccari e la società, che ha avallato le scelte. Griffo, Celio, Pucino, Minauda, D’Andrea, Nando Castaldo, calciatore con cui già ho lavorato in passato, e gli altri rispecchiano i profili che stavamo cercando. Molto importanti sono state anche le conferme di De Lucia e Cuccari, per il loro attaccamento alla squadra e per loro caratteristiche tecniche. Quando si costruisce una squadra a mio avviso bisogna trovare un equilibrio tra esigenze economiche e esigenze tecniche. Deve esserci una certa linearità”.

Ci sarà ancora qualche altro colpo?

“Io e il direttore Cuccari stiamo lavorando per fare qualche altra operazione tra centrocampo e attacco, in modo da non lasciare scoperto nessun ruolo”.

Francesco Diana

Confermare il pacchetto giovani è segno di continuità e di voler valorizzare gli under. E’ questa la vostra linea?

“Assolutamente sì! Russo, Aurilio, Agostini, Rossi, Scuro e Addonisio M. rappresentano una buona base di giovani già in seno al club. Inoltre è arrivato anche il difensore 2002 Fedele dall’Aversa. Conferme di altri ragazzi, anche se non più under come Nappa, Addonisio G. e il portiere Napolitano sono molto importanti per noi e ci permetteranno di dare l’impostazione che cerco alla squadra e definire bene i ruoli in cui schierarli”.

Tanti anni nel campionato di Promozione per il Vitulazio, che ambiente hai trovato?

“Per Vitulazio parlano la storia e i fatti. La società è composta da persone serie e perbene, che hanno la passione per il calcio e cercano di farlo nel miglior modo possibile. I presidenti Cuccari e De Lucia sono uomini eccezionali. Il nostro obiettivo principale quest’anno al di là di tutto deve essere quello di eliminare lo smacco dell’anno scorso”.

Vedi qualche squadra favorita per l’anno prossimo?

“Per me una delle candidate alla vittoria finale è il Villa Literno, per come si sta muovendo. Anzi ne approfitto per fare ancora una volta le condoglianze al presidente Fontana per la tragedia che ha colpito la sua famiglia ed esprimergli la mia vicinanza. La composizione dei gironi non è stata ancora fatta ed è presto per esprimere un giudizio”.

Credi che il Covid farà slittare l’inizio dei campionati visto l’attuale andamento?

“E’ vero che ultimamente c’è stato un aumento dei contagi, ma questi numeri devono essere letti in maniera adeguata. Ad oggi rispetto a due-tre mesi fa l’incidenza del virus è minore e a dirlo sono i numeri dei ricoverati in terapia intensiva e dei decessi. Vedremo l’evolversi della situazione, ma mi auguro che le ripartenze dei campionati non abbiano problemi”.