DAL CAMPO ALLA SCRIVANIA – Inizia la nuova carriera del ds Raffaele Corsale: “Un onore debuttare in D col Matese. Ecco che mi aspetto da questa stagione”

Raffaele Corsale

Dal campo alla scrivania è un attimo. Chiedete a Raffaele Corsale che nel giro di pochi giorni si è ritrovato da fare del centrocampo del Comprensorio Vairano a direttore sportivo del neonato FC. Matese. L’ex regista che ha fatto le fortune di decine di squadre in giro per il sud Italia, non ha nascosto l’emozione del suo nuovo ruolo: “Il post Covid mi ha fatto metabolizzare la fine della carriera da calciatore e l’inizio di quella da dirigente. Prima ero abituato a far parlare il campo e dimostrare quanto valevo. Adesso bisogna parlare con le persone, gestire e fare il meglio possibile per questa nuova splendida realtà della provincia di Caserta. Devo dire grazie al Presidente Rega e al vice Pepe per questa grande opportunità datami perché iniziare la carriera di direttore sportivo subito in serie D non capita tutti i giorni nonostante i 25 anni di carriera tra C e D. Voglio anche rivolgere i più sentiti ringraziamenti per ogni singolo calciatore del Comprensorio Vairano e dei Tre Pini Piedimonte perché se siamo arrivati fino a qui è anche grazie a loro”.

Obiettivo salvezza per la compagine matesina ma il ds avverte tutti: “Essendo neopromossi è chiaro che dobbiamo pensare a mantenere la categoria, ma personalmente vedo un FC Matese capace di sorprendere e stupire tutti. Arriveranno calciatori che sposino il nostro progetto e a tal proposito posso dire che oltre ad alcuni riconfermati provenienti dai rispettivi club, arriveranno 7-8 giocatori che conoscono la serie D e che metteranno la loro esperienza per la causa biancoverde”.

In panchina ci sarà un allenatore preparato e profondo conoscitore della categoria come Corrado Urbano: “Siamo una società giovane con un ds giovane e abbiamo pensato di affidarci ad un trainer che allena da vent’anni e che ci potrà dare una grossa mano in ogni aspetto”.

Sabato alla presentazione tanta euforia per un Matese che rappresenterà una vasta area di territorio dell’alto casertano: “C’erano 400 persone al campo – continua Corsale – e abbiamo avuto difficoltà nel contenere l’entusiasmo. Ci hanno già fatto richiesta di abbonamenti e vogliamo ripagare la fiducia di questa gente che ogni domenica ci seguirà con grande passione e calore”. Raggiungere gli obiettivi non è mai facile indipendentemente dal girone F, G o H. Se potessi eviterei quello pugliese perché ha compagini con bacini d’utenza enormi e ogni trasferta sarebbe complicatissima. Il rovescio della medaglia sarebbe quella di affrontare blasoni come Taranto, Brindisi, Foggia, Andria, ma vista la forza e le ambizioni di ognuna, possibilmente mi manterrei alla larga”.

La prossima settimana arriveranno i primi annunci ufficiali: “Stiamo lavorando a diverse trattative – conclude Corsale – e cercheremo di ingaggiare quegli atleti che seguiamo da un po’ di tempo”.