SCONTRI ALBANOVA-AFRAGOLESE, SARA’ PUGNO DURO? Il giudice sportivo sospende la sentenza, la responsabilità oggettiva…



CASAL DI PRINCIPE – Dopo la pagina nera di sport verificatasi sabato allo stadio “Scalzone” prima di Albanova – Afragolese ed il ricovero da parte del direttore Pannone per la rottura del femore rimediata negli scontri, ci sono altre novità in merito alla questione che tiene ancora banco. E’ infatti stata sospesa la sentenza del giudice sportivo territoriale sui fatti inerenti alla sfida tra biancoazzurri e napoletani. Tale sospensione presuppone che la decisione, che verrà presa nei prossimi giorni, non sarà frettolosa e che anzi potrebbe esserci un pugno duro verso i tifosi che si sono resi protagonisti degli scontri. Questo almeno è quanto trapela da persone vicine ai vertici del Comitato Regionale Campania. Bisogna capire quanto la responsabilità oggettiva venga presa in considerazione, con sanzioni forti di cui dovranno pagarne le spese le due società. Quindi oltre il danno del brutto episodio, anche la beffa. E questo sarebbe veramente troppo per chi, come i presidenti Giuseppe Zippo e Raffaele Niutta, sono interventi per dividere, e chi come il direttore Nicola Pannone ha riportato la rottura del femore per calmare gli animi. Sta di fatto che il giudice sportivo non si trova in una posizione semplice, considerando che da un lato deve dare una punizione agli ultras e dall’altra deve stare attenta a non esagerare, perché di fatto la punizione riguarda le due società.