MADDALONESE-AQUILE, CHE SIA UN DERBY CALMO. Quattro mesi fa brutta pagina di sport, ora il riscatto per il bene del calcio

La stretta di mano tra Di Pippo ed Ettougani

MADDALONI – Sarà un match caldissimo quella che avrà luogo al ‘Cappuccini’ di Maddaloni domenica 9 febbraio alle 15:00. Maddalonese – Aquile Rosanero, rispettivamente seconda e quinta forza del campionato, tornano a scontrarsi dopo il match d’andata terminato 2-1 per i granata, che fu teatro di non poche polemiche, dentro e fuori dal rettangolo verde.

AQUILE IN VOLO. Uno dei fattori principali che rende questa sfida aperta a qualsiasi tipo di risultato è il gran periodo di forma che entrambe stanno attraversando. I numeri parlano chiaro: i rosanero hanno totalizzato 11 punti nelle ultime 5 gare, con 3 vittorie e 2 pareggi. Gli uomini di mister Di Pippo stanno lentamente risalendo la china, e sono tornati prepotentemente in zona play-off. Alta nota felice il ritorno in campo di Benito Izzo, che di ritorno da un infortunio è già tornato a segno nell’ultimo match e chissà, potrebbe riconfermarsi proprio contro la sua ex squadra.

PIANETA GRANATA. D’altro canto i calciatori del tecnico Portone non sono da meno: 12 i punti totalizzati dai granata negli ultimi 5 match di campionato, con una media realizzativa di 2,4 goal a partita. Nel match d’andata le due reti siglate portavano la firma di capitan Barletta, che magari ha riservato qualche cartuccia per il match di ritorno.

MATCH DENTRO E FUORI DAL CAMPO. Il match di andata è tristemente noto ai più per degli scontri violenti che ci furono tra staff e tifosi delle due compagini, che prontamente fecero ‘mea culpa’ per quanto accaduto, con la riappacificazione pubblica attraverso le figure di Amedeo Ettougani e Antonio Di Pippo. Con la speranza che questa volta il match possa avere scontri (agonistici) solo nel campo da calcio.