AMARCORD AL PROGREDITUR – L’emozionante ritorno di Alfredo Romano: “Cara Marcianise ti porto nel cuore, dieci anni indimenticabili”

Alfredo Romano (Foto Donato Amoroso)

Sabato a Marcianise Alfredo Romano è tornato per la prima volta da avversario. Dieci anni sono lunghi e tutti molto intensi come spiega il centrocampista dell’Afro Napoli ai nostri microfoni: “Sono tornato dopo tanti anni su un campo dove ho vissuto momenti bellissimi, indimenticabili regalando grandi gioie ai nostri tifosi. Abbiamo scritto la storia del Real Marcianise e non nascondo che è stato emozionante calcare quel terreno di gioco e riabbracciare quei tifosi che mi sono venuti a salutare”. L’emozione traspare nei suoi occhi quando racconta il periodo più importante della sua carriera: “Sono entrato al Progreditur e la mente ha rivissuto rapidamente quelle stagioni indimenticabili. Le vittorie dei campionati dalla D alla C1, l’era del patron Bizzarro, sono davvero lieto e fiero di averne fatto parte perché riuscimmo a riscrivere la storia del club”. Di ricordi Alfredo ne ha tanti e tutti indelebili: “Ce ne sono tanti e molto intensi. I festeggiamenti per le promozioni in C2 e C1 con l’esordio in un campionato dove sfidavamo squadre come Perugia, Benevento, Spal, Reggiana, Verona. Era qualcosa di inspiegabile per tutta la città di Marcianise”. E sul futuro ammette: “Fino a quando avrò la fame di vincere, la voglia di mettermi in discussione e il fisico resterò in campo”.

INTERVISTA ALFREDO ROMANO

Il centrocampista dell'Afro Napoli è tornato da avversario a Marcianise e racconta le sue emozioni nel giocare in uno stadio che lo vide protagonista fino al 2010

Publiée par SportCasertano.it sur Lundi 6 janvier 2020