La Casertana dura dieci minuti a Catanzaro, addio alla Coppa Italia

Per Fischnaller doppietta in Coppa Italia (Foto Giuseppe Scialla)

La coppa non era di grande interesse visto l’ampio turnover attuato da mister Ginestra, spazio a tanti giovani con Laaribi e Paparusso come più ‘anziani’ del gruppo (26 anni) dal 1’. Il  Catanzaro chiude subito la pratica con la doppietta di Fischnaller nei primi dieci minuti e l’avventura per i rossoblù termina agli ottavi di Coppa Italia di Serie C

Primo tempo – Poca trippa per gatti, al primo affondo il Catanzaro realizza, è  il 4’ quando Fischnaller con movimento da grande attaccante sbuca alle spalle di Ciriello sul cross di Giannone dalla destra e batte di testa Zivkovic.

 Al 10’ la pratica qualificazione è già chiusa: Bianchimano supera  Ciriello sulla linea di fondo, intelligente a servire l’accorrente Fischnaller in area, dribbling  e gol.

Il Catanzaro è arrembante, al 14’ è Urso vicino al tris, raccoglie una respinta di Zivkovic ma la conclusione è fuori misura.

La Casertana che giocava più coperta prova a rimettersi in campo col classico 3-5-2, Clemente viene riposizionato terzino con Paparusso sull’esterno.

E’ bravo Origlia al 20’ con uno  slalom  in area di rigore, contrasto con  Riggio e la difesa allontana.

Casertana che prova timidamente a farsi notare in fase d’attacco: al 23’ Origlia e al 24’ Adamo provano la conclusione che non inquadra la porta.

Al 26’ è l’ex Giannone a far gridare al gol con una gran botta dalla distanza, palla che esce di un nulla alla sinistra di Zivkovic.

Prima conclusione nello specchio di porta per i ragazzi di mister Ginestra al 32’ Laaribi impegna in due tempi Adamonis con una conclusione dal limite.

Rossoblù vicini al gol con Ciriello al 35’che impatta di testa da calcio d’angolo, decisivo il portiere del Catanzaro che salva i suoi.

La prima frazione si chiude con l’occasione di Nicoletti che ben imbeccato da Giannone trova la respinta di Zivkovic che devia in angolo.

Secondo tempo – Catanzaro che prova a realizzare immediatamente ancora con Fischnaller, l’attaccante da buona posizione manda incredibilmente alto.

Risposta positiva dei falchetti  al 51’ che con  Origlia sono pericolosi in area, contatto con Martinelli in area di rigore, ma l’arbitro  non ravvede il penalty.

Più verve con Starita in attacco, al 66’ buona azione con palla a Varesanovic, conclusione da dimenticare, debole e centrale.

Al 77’ è Gonzales a bloccare l’azione calabrese, De Risio serve Celiento ma è bravo il difensore rossoblù a deviare in angolo prima dell’arrivo di Kanoute.

Ginestra al minuto 80 fa esordire due calciatori classe 2002, Allegretta e Gambino.

Bravo Starita all’83’, recupera palla su De Risio al limite e prova la conclusione, attenta la difesa che devia in calcio d’angolo.

Cala il sipario sulla seconda competizione stagionale, ora testa esclusivamente al campionato.

Catanzaro (3-4-1-2): Adamonis; Martinelli, Riggio, Signorini (80’ Quaranta); Nicoletti, Urso (80’ Risolo), Maita, Casoli (62’ De Risio); Giannone (62’ Celiento); Bianchimano (1’ s.t. Kanoute), Fischnaller. A disp.: Mittica, Statella, Favalli, Bayeye, Eliladze, Nicastro. All. Gianluca Grassadonia

Casertana (3-5-2): Zivkovic (1’ s.t. Galluzzo); Varesanovic, Ciriello, Gonzalez; Adamo, Clemente, Laaribi (90’ Petito), Zivkov, Paparusso (80’ Allegretta); Origlia (80’ Gambino), Matese (65’ Starita). A disp.  Longobardo,  Fazi – All. Ciro Ginestra.

Arbitro: Fabio Natilia di Molfetta – Assitenti: Pintaudi di Pesaro e Politi di Lecce

Reti: 4’, 10 Fischnaller

Ammoniti: Clemente (Cas.) De Risio (Cat.)