La Casertana non sfigura e limita i danni a Reggio Calabria

 

I tifosi della Casertana (Foto Giuseppe Scialla)

REGGIO CALABRIA. Niente da fare. Troppe le assenze contro un avversario che sta facendo collezione di record. La Casertana non ha nulla da rimproverarsi. Ci ha messo il cuore, di certo non ha sfigurato, ha provato a giocare come è solita fare, nonostante assenze importanti.

LE SCELTE. Ancora una volta Ginestra deve fare i conti con gli infortuni. Assenti Silva, Caldore, Zito, Lezzi e Castaldo, il tecnico napoletano deve fare di necessità virtù schierando in campo Rainone, nonostante non sia al meglio, il 17enne Ciriello, Gonzalez, Zivkov e Cavallini. Toscano non può contare su Bellomo squalificato e dà spazio a Reginaldo e Bresciani. Denis e Garufo partono dalla panchina.

PRIMO TEMPO. Si comincia con diverse palle imprecise da una parte e dall’altra e dopo otto minuti arriva il primo squillo. Cross dalla sinistra di Bresciani per il colpo di testa di Reginaldo, ostacolato da Rainone, e pallone a lato. Al 21’ un altro cross di Bresciani, salta di testa Blondett ma il pallone termina oltre la traversa. Il ritmo della gara non è alto, la Casertana non si lascia schiacciare dagli amaranto operando un buon pressing. Al 27’ risponde la squadra rossoblu con un calcio piazzato di Laaribi su cui interviene in tuffo Guarna e mette il pallone in angolo. Al 31’ un bel fraseggio degli amaranto Bianchi-Sounas-Reginaldo porta quest’ultimo al gol, ma il direttore di gara aveva fermato il gioco per la posizione irregolare del greco. Al 41’ la Reggina passa in vantaggio. L’azione comincia da Corazza che allarga per Rolando, pronto il traversone del numero quattordici in area, colpo di testa di Laaribi e palla che arriva nuovamente sul destro di Corazza il quale mira all’angolo più lontano, alla destra di Crispino, realizzando il suo dodicesimo gol.

SECONDO TEMPO. Nessun cambio. Tempo tre minuti ed arriva il raddoppio della Reggina. Pallone in profondità per Bresciani, cross basso, respinge Gonzalez ma arriva Reginaldo che dal limite, di destro, infila Crispino alla sua sinistra. Ginestra decide di cambiare qualcosa. Fuori Cavallini e Longo (zoppicante) e dentro Floro Flores e Adamo. Al 15’ ci prova Sounas su calcio di punizione. Fuori bersaglio. Anche Toscano opera una doppio campo. Entrano Rivas e Denis, al posto di Bianchi e Reginaldo. L’arbitro ammonisce l’allenatore della Casertana Ginestra, alla mezz’ora. Al 33’ si fa viva la Casertana con un’azione personale di Zivkov che conclude poi debolmente. Al 35’ è bravo Crispino a respingere un tiro di Denis, servito da Rivas. Al 37’ applausi per Doumbia che prova ad indirizzare a rete, di tacco, un cross di Rivas. Un minuto dopo è D’Angelo da fuori area, ad impegnare in tuffo Guarna. Da segnalare nel finale un guizzo di Floro Flores a cui i compagni non hanno dato seguito, ed una buona respinta di Crispino su Doumbia.

TABELLINO REGGINA – CASERTANA 2-0

REGGINA: Guarna; Loiacono Blondett Rossi; Rolando (dal 25’ st Bertoncini) Bianchi (dal 16’ st Rivas) De Rose Bresciani; Sounas (dal 31’ st De Francesco); Reginaldo (dal 16’ st Denis) Corazza (dal 25’ st Doumbia). A disp.: Farroni, Salandria, Paolucci, Mastour, Gasparetto, Garufo, Rubin. All.: D. Toscano.

CASERTANA: Crispino; Ciriello Rainone Gonzalez; Longo (dal 8’ st Adamo) D’Angelo Santoro Laaribi (dal 40’ st Matese) Zivkov (dal 40’ st Paparusso); Cavallini (dal 8’ st Floro Flors) Starita (dal 23’ st Origlia). A disp.: Zivkovic, Galluzzo, Clemente, Varesanovic. All.: C. Ginestra.

ARBITRO: E. Feliciani di Teramo.

MARCATORI: Corazza al 40’ pt, Reginaldo 3’ st

NOTE: ammoniti Cavallini (13’ pt), Zivkov (18’ pt), Gonzalez (35’ pt), Loiacono (44’ pt), D’Angelo (12’ st), Rainone (13’ st), Sounas (20’ st), Laaribi (20’ st), Ginestra (30’ st), Toscano (48’ st)