San Marcellino, ladri fanno visita allo stadio Comunale

SAN MARCELLINO – Ladri in azione allo stadio “Comunale” di San Marcellino durante la notte. La struttura, che sta ritornando ad essere un gioiello per la provincia dopo anni di buio, stanotte è stata ‘colpita’ da vandali che sono riusciti ad intrufolarsi all’interno dell’impianto sportivo solamente per ‘distruggere’ quanto di buono l’amministrazione comunale targata Anacleto Colombiano, ma in particolar modo il consigliere delegato allo Sport Eugenio Maisto, sta provando a fare per il bene della comunità. Non è stato portato via nulla, a dimostrazione del fatto che non si tratta di ladri, bensì di vandali che hanno pensato solamente a rompere tutti i lucchetti presenti agli ingressi dello stadio, devastando poi le porte di accesso. Un danno da poche centinaia di euro ma “un colpo al cuore per noi che stiamo provando a rilanciare questo territorio anche grazie allo sport – dice Eugenio Maisto, che con la sua ‘Tre Torri San Marcellino’ ha portato nuovamente il calcio in città insieme al presidente della società Mario Coronella -, è chiaro che queste cose ti demoralizzano. Stamattina quando sono venuto a conoscenza di quanto accaduto ho provato tanta rabbia e rancore, ma non faremo sicuramente vincere questi delinquenti che sono il male della nostra terra. Come amministrazione ci attiveremo, immediatamente, per garantire maggiore sicurezza a tutta la zona, e in particolare l’idea è quella di installare delle telecamere di videosorveglianza che possano essere anche un deterrente per i malviventi e i vandali. Andiamo avanti per la nostra strada, fiduciosi del fatto che stiamo facendo la cosa giusta”. Stamattina proprio l’esponente della maggioranza Maisto ha informato dell’accaduto i carabinieri di Frignano che sono giunti allo stadio per il sopralluogo e in queste ore invieranno la relazione ai militari dell’Arma di San Marcellino. Anche lo stesso sindaco Colombiano si dice “dispiaciuto per un episodio increscioso che dimostra, ancora una volta, che bisogna fare tanto ancora per il nostro territorio. Come amministrazione, grazie al lavoro dei delegati allo Sport, stiamo provando a rilanciare lo sport, come elemento fondamentale di crescita della città di San Marcellino. Questi raid vandalici non ci fanno paura, anzi rafforzano ancora di più la nostra idea di puntare sui giovani e sullo sport come volano sociale per far crescere le future generazioni. Senza sosta il Comune garantirà che tutto venga ripristinato con massima urgenza. Perché lo sport deve andare avanti, le sconfitte non fanno parte della nostra indole”. Sulla vicenda è intervenuto anche il Presidente Mario Coronella che ha così commentato: “Purtroppo siamo ancora in un’epoca e in un paese dove succedono queste cose. Questo è solo un singolo episodio che non ridimensiona quello che era il progetto iniziale, anzi lo rafforza! Da queste cose dobbiamo ripartire ancora più forti. Se qualcuno ci ha fatto visita è segno che nonostante tutto stiamo facendo qualcosa di buono e questo magari ha dato fastidio a qualche persona. Logicamente non sappiamo di chi si tratta, ma fortunatamente non hanno portato via nulla”.