MERCATO E NON SOLO – Violante: “Ripartiamo da tre certezze. Dopo Crispino pronti per altri annunci. Le strutture? Essenziali per il futuro”

Salvatore Violante

Prosegue senza tregua il lavoro del responsabile dell’area tecnica Salvatore Violante che è alle prese con la campagna acquisti. Con lui abbiamo toccato diversi temi a cominciare dal ritiro estivo di Roccaraso che partirà il 15 luglio.
“Due giorni prima ci saranno test atletici e visite mediche a Caserta per poi partire il 15 alla volta di Roccaraso. Sarà anche l’occasione per conoscere i volti nuovi della Casertana. A parte qualche seduta privata saremo bel lieti di accogliere tutti i tifosi che vorranno venirci a trovare”.
Oltre a Crispino vicini anche altri calciatori. Il direttore preferisce non sbilanciarsi ma ammette:
“Accogliamo con grande entusiasmo l’arrivo di Diamante, un portiere di grandissimo valore, un casertano ed è il primo tassello per il nostro futuro. Per quanto riguarda ulteriori arrivi ci stiamo lavorando ma non chiedetemi nomi o indizi perchè non sono abituato a divulgarli fino a quando non arriva la firma. Tra sabato e lunedì potrebbe esserci un altro arrivo, ci stiamo lavorando. Per quel che riguarda i vecchi calciatori Rainone De Marco e Santoro sono le certezze. Per tutti gli altri ci aspettiamo un’apertura da parte dei procuratori di quei calciatori che ad oggi non rientrano nei nostri piani prettamente da un punto di vista economico. Ci lavoreremo e cercheremo di trovare una soluzione”.
Rinnovato l’accordo con lo sponsor tecnico Zeus e Violante svela un’anteprima:
“Ho visto l’anteprima della divisa ed è un tuffo nel passato. Una maglia emozionante che rievoca la Casertana di un tempo, quella Casertana che ha sviluppato il senso di appartenenza al territorio e onestamente vederle in anteprima mi ha fatto tornare indietro nel tempo. Sarà qualcosa di bello ve lo assicuro”.
Discorso strutture. Il Pinto e il campo sintetico del rione Vanvitelli nel futuro dei rossoblù?
“Sono di vitale importanza nel progetto Casertana. So che il presidente sta lavorando e ha trovato la disponibilità del Comune. D’altra parte senza strutture fare calcio è impossibile e mi riferisco non solo alla prima squadra ma anche al settore giovanile che è di vitale importante per il club”.
Al presidente D’Agostino non è mai mancato l’entusiasmo anche nei momenti più difficili. Concetto ribadito dal Patron e dallo stesso Violante:
“Lui è tifoso più di me ma a differenza mia investe nella Casertana e dobbiamo solo ringraziarlo per quello che fa. E’ lui che detta le linee guida e siamo tutti suoi collaboratori. Personalmente vorrei che la stagione iniziasse domani lui avrebbe voluto iniziare ieri. Questo fa capire l’entusiasmo e la passione che ci mette in ogni piccola cosa. Ho conosciuto una persona perbene e che stimo all’ennesima potenza”.
Per quel che riguarda gli obiettivi e i traguardi da raggiungere non sarà una Casertana ‘ammazza-campionato’ come più volte ribadito nella conferenza stampa di presentazione. Anzi:
“Non siamo nelle condizioni di essere una squadra che ammazza il campionato. Proveremo ad esprimere un calcio piacevole disputando un campionato tranquillo. Dobbiamo crescere nel tempo sviluppando un progetto molto ambizioso che oggi è all’inizio. Al presidente e a tutti non piace perdere mai, sarà un torno di assestamento che possa porre le basi sia dal punto di vista tecnico che societario”.