Real Aversa, parte il ciclo targato Pellegrino: “Pronto a costruire una squadra che riconcili il calcio con la città”

Bruna Improta e Guglielmo Pellegrino

“Aversa, il calcio non morirà” – esordisce così l’imprenditore Guglielmo Pellegrino. “Dopo tanti anni – afferma il nuovo patron granata – sono pronto a ricostruire una società ed una squadra che possa riconciliare i cittadini con il gioco del calcio. Nel corso di quasi un trentennio, il calcio ad Aversa è stato fatto da tanti imprenditori, assolutamente rispettabili, i quali hanno fornito il loro massimo contributo, tutti accomunati, purtroppo, sul finire del loro mandato, dall’aver lasciato polveri e macerie.

Ogni qualvolta c’è stato modo di risollevare il calcio giocato e dare una mano non mi sono mai tirato indietro. Sollecitato da tanti tifosi che mi conoscono personalmente, memori della mia grande dedizione al calcio, inteso anche come forte strumento di aggregazione sociale, sto adoperandomi per riportare il calcio in città e ai suoi tifosi. I tempi sono cambiati, non si può di ceto improvvisare, e sarà chiaramente una sfida difficile, considerati ormai lontani i tempi in cui ero un giovane direttore sportivo, ma sarà anche assai entusiasmante.

Al momento non posso comunicare ancora quale sarà la categoria alla quale la società parteciperà ma di sicuro c’è che sono subentrato alla governance della società calcistica DSS CASALE che in seguito diventerà “Real Aversa”, così che gli Aversani potranno vivere il prossimo anno un campionato da assoluti protagonisti. Nei prossimi giorni comunicheremo la data in cui si terrà la conferenza stampa di presentazione della nuova società e dei quadri dirigenziali.

Guglielmo Pellegrino

GRAZIE ALLA DOTTORESSA IMPROTA