VIS CAPUA, AGLIONE DOPO LA SALVEZZA LANCIA UN APPELLO DISPERATO: “Il CALCIO a Capua sta morendo, senza aiuti non si può ambire ad alti palcoscenici”

Alfredo Aglione ds della Vis Capua

CAPUA – Una doppietta di Fabio Aglione, in occasione della sfida play-out contro lo United Gianni Loia disputata sabato, ha regalato alla Vis Capua la tanto attesa salvezza. Con questo risultato, la squadra casertana ha evitato la retrocessione, assicurandosi la permanenza in Prima Categoria, dopo un campionato con alti e bassi, che ha visto la compagine prima occupare posizioni di rilievo e poi lottare per la salvezza. Su questo e molto altro, il direttore sportivo Alfredo Aglione ha rilasciato alcune dichiarazioni ai nostri microfoni.

LA STAGIONE. Aglione si sofferma prima sulla stagione appena terminata: “Quest’anno abbiamo disputato due campionati, nel girone d’andata eravamo quasi in zona play-off, poi abbiamo avuto un girone di ritorno un po’ disastroso dove abbiamo raccolto otto punti e ci siamo dovuti salvare con la gara di sabato dei play-out. Dopo un ottimo inizio ci siamo persi per strada ed abbiamo avuto un calo. La squadra per me è ed era da alta classifica, tuttavia abbiamo avuto degli episodi sfavorevoli e alla fine abbiamo ottenuto la salvezza all’ultimo secondo. Siamo contenti di questo risultato ma meritavamo di più, restiamo in prima categoria ma penso che il Capua meriti palcoscenici migliori.

L’APPELLO ALL’AMMINISTRAZIONE. Il Ds poi si cimenta in una digressione con l’obiettivo di muovere le coscienze di tutti gli amanti dello sport capuano per evitare che il calcio locale non cada nel dimenticatoio: “Faccio un appello all’amministrazione che da poco si è insediata affinchè migliorino le strutture ed i giovani siano invogliati ad intraprendere la carriera sportiva.  Il calcio capuano sta morendo e se qualcuno non ci verrà a dare una mano morirà. In questi anni mi sono sempre mosso in prima linea per cercare di mantenere viva la passione, mi auguro che qualcuno ci verrà a dare una mano perché altrimenti i tempi per il calcio capuano saranno davvero bui. Abbiamo disputato sempre campionati blasonati, i sacrifici che abbiamo fatto e che faremo sono tantissimi, però se non si risveglierà nel cuore dei capuani un sentimento d’amore verso la squadra e verso tutto il movimento calcistico, i risultati non arriveranno facilmente. C’è bisogno di nuove forze e di giovani per cercare di mantenere accesa una piccola speranza ed evitare che il calcio a Capua muoia. Sarebbe un esito che non riuscirei a sopportare.

IL FUTURO. Strettamente collegato all’appello fatto in precedenza, sul futuro della società Aglione dice: “Le ambizioni future sono sempre subordinate alla risposta che daranno i capuani, se in città riusciremo a trovare qualcuno che possa seriamente supportarci allora ci sarà la possibilità di ideare un progetto più ambizioso. Personalmente prima di ritirarmi dal calcio vorrei che almeno la Vis Capua riuscisse a disputare un campionato di Promozione, è giusto per la piazza e per gli allori del passato. Sarebbe importante far arrivare questo messaggio a tutti gli sportivi locali per far aumentare l’interesse verso il calcio e verso questa squadra.