HERMES CASAGIOVE, AMARA RETROCESSIONE. La salvezza sfuma dal dischetto dei play-out aggiuntivi.

PALMA CAMPANIA – Dopo aver conquistato la salvezza prima sul campo e poi accolto la decisione di dover disputare i play-out aggiuntivi, la stagione dell’Hermes Casagiove finisce nel peggiore dei modi, con la retrocessione. Non è bastata infatti una gara entusiasmante conclusasi ai calci di rigore per salvare la formazione giallorossa che deve così arrendersi al verdetto del campo. A trionfare infatti è stata la Temeraria San Mango 1957 dopo i calci di rigore che hanno così sancito la consequenziale salvezza della squadra irpina. Al termine dei templi supplementari la gara si è conclusa sul punteggio di 2-2, ai calci di rigore, l’ha spuntata la Temeraria con il punteggio di 3-1. Grande delusione per la compagine giallorossa che vede così sfumare l’obiettivo salvezza all’ultimo respiro.

IL PRIMO TEMPO.  Le fatiche della stagione si fanno sentire ed il caldo di certo non ha aiutato i ventidue in campo. L’Hermes conduce il gioco fin dalle prime battute ed ha un leggero predominio territoriale che si concretizza al 25’ quando da azione di calcio d’angolo, De Matteo salta un paio di uomini e mette al centro per la corrente De Gennaro che senza marcature insacca il gol del vantaggio. I giallorossi continuano la loro pressione e sfiorano il gol prima con De Matteo e poi con Macciocchi ma la mira non è delle migliori.

IL SECONDO TEMPO.  Nella ripresa la Temeraria comincia meglio e perviene subito al pareggio al 55′ con Carmando che approfitta di uno svarione difensivo dei casertani depositando il pallone alle spalle del portiere Marciano. Dopo il pareggio l’intensità dell’Hermes non svanisce neanche dopo un episodio che penalizza i giallorossi. Longobardi infatti entra duramente su un avversario e viene espulso dal direttore di gara. I novanta minuti regolamentari terminano sul punteggio di 1-1.

I TEMPI SUPPLEMENTARI. I ragazzi del tecnico Sena voglio vincere la gara e l’inizio del primo tempo supplementare è veemente. Al 95’ De Gennaro supera un uomo e accelera bruscamente, si presenta in area solo davanti al portiere e lo trafigge coronando al meglio una superba azione e siglando la sua personale doppietta. Grande entusiasmo per l’Hermes che nonostante l’uomo in meno riesce a portarsi in vantaggio. Nella seconda frazione supplementare però, arriva la doccia gelata con il secondo pareggio della Temeraria. Al minuto 110’ l’Hermes Casagiove perde palla, Melchiorre approfitta della leggerezza avversaria e sigla il gol del pareggio. L’estenuante gara ha il suo epilogo con i tiri dal dischetto. Fatali per l’Hermes Casagiove, gli errori di Abate, Setale e D’Alterio, la Temeraria vince 3-1 ai calci di rigore e 5-3 nel complesso riuscendo a conquistare una salvezza difficile. Grosso rammarico invece per l’Hermes Casagiove che è costretto alla retrocessione dopo questi play-out aggiuntivi. Non sono bastate per evitare la discesa all’inferno, le tre partite disputate contro Il Ponte, la Puteolana 1909 e la Temeraria 1957, non è bastato l’impegno dei ragazzi del tecnico Sena che fino all’ultimo hanno dato l’anima. Sicuramente la retrocessione è lo scenario peggiore che ci si potesse aspettare, dal momento che la formazione giallorossa nella prima parte di stagione aveva occupato addirittura la terza posizione.

TABELLINO HERMES CASAGIOVE – TEMERARIA 1957 2-2

HERMES CASAGIOVE: Marciano, Perna, Melucci, D’Alterio, Longobardi, Abate, Picardi, Macciocchi, De Gennaro, De Matteo, Filagrossi (15’pt Setale). Allenatore: Sena.

TEMERARIA: Lamberti, Prezioso, Giudice, Cifariello, Vitolo, Melchiorre, Carmando, Vitale, Gagliardi, Scudiero, Scarpinati. Allenatore: Petrini.

ARIBTRO: Piscopo di Frattamaggiore.

RETI: 25’pt De Gennaro (H), 10’st Carmando (T), 5’pts De Gennaro (H), 10’sts Melchiorre (T).

NOTE: Partita giocata sul neutro di Palma Campania. Espulso Longobardi (HC).