Il Club Ornella Maggiò pronto a scendere in campo per la Juvecaserta: “C’è bisogno dell’aiuto di tutti per il futuro del basket”

Un momento della conferenza

Nella cornice del Tennis Club Caserta, il Club Ornella Maggiò convoca il tavolo di confronto con le istituzioni ed i soggetti interessati al progetto Juvecaserta. La presenza dell’Ass. Pontillo fa capire la vicinanza del Comune all’Associazione, poca è invece la risposta da parte delle altre istituzioni. Dopo la spiegazione in relazione alle modalità di adesione e agli scopi di pertinenza del Club, che sottolineano come l’associazionismo possa essere la soluzione al problema dell’imprenditore unico nel mondo della pallacanestro, la conversazione volge sulla descrizione dell’eccellenza casertana della Juvecaserta. Un marchio potenziale ma non ha grande appeal per la platea per la città. Le parole di Pasquale Palmieri risultano sibilline ma di grande spessore: “Non esiste né si può aspettare Babbo Natale. Bisogna fare qualcosa di diverso ed il Club Ornella Maggió vuole essere una piattaforma per l’acquisto di una particella della società per far sì che i tifosi tornino a sentire propria la squadra e ad essere felice per i suoi risultati.
Da vari mesi ci sono stati parecchi interlocutori e ci sono interessi da parte di soggetti, ma questo deve essere reso pubblico e nessuno deve poter dire di non saperlo. Questa è l’idea che mettiamo in campo…”
A prendere la parola è il presidente dell’associazione: “Incontro ufficiale con Nevola c’è stato, e ci ha manifestato anche la volontà di cedere il 100%, lasciando solo, per il momento, la possibilità di programmare la prossima stagione. Il problema vero però non è l’acquisto delle quote, ma la programmazione di stagioni di un certo livello nell’immediato futuro. Serve una base associativa che si possa estendere a delle unità con 3 o 4 cifre, uno zoccolo duro importante. A fianco a questo c’è la necessità del contributo di piccoli e medi imprenditori che vogliano far sentire la loro vicinanza alla squadra, ed è con loro che vorremmo intraprendere una serie di interventi che metteremo in atto se ci saranno adesioni. Non possiamo come Club Ornella Maggió da soli provvedere al campionato, ma sicuramente possiamo stare a fianco a chiunque fosse interessato a prendere in carico almeno una parte delle quote societarie. Se ci fosse qualcuno o più di qualcuno disposto a rilevare la società e a garantirle un futuro, la società Sporting Juvecaserta è pronta”.
La voce dell’Avv. Tucci chiariscono che non è un mero tentativo orale, quello affermato da Nevola relativo alla cessione di quote, ma che questa conferenza e le parole del comunicato dimostrano che si può, se davvero si è interessati, a prendere il 51% delle quote.
A parlare è poi l’Ass. Pontillo, voce del comune di Caserta in vece del Sindaco Marino: “L’Amministrazione è qui per il rispetto dei tifosi della Juvecaserta e della famiglia Maggió, per partecipare al dibattito sulle idee e per capire se per il futuro il comune ed il Sindaco Marino può contribuire e migliorare le idee del Club. Siamo qui per non illudere e accompagnare il percorso, nell’arco di 24h il Sindaco Marino avvierà un tavolo tecnico per discutere con i membri del Club su alcune tematiche su cui sta lavorando. Siamo coscienti che i tempi sono cambiati e che il territorio soffre una crisi economica forte, che qui affonda le sue radici in un tessuto socio economico non strutturato. Il sindaco illustrerà personalmente le sue idee e parteciperà al dialogo per stare vicino alla squadra”.