Semifinali U19 femminile, si ferma ad Anzio la corsa del Volturno

Il Volturno U19 ad Anzio

Nello scorso week end si sono disputate le semifinali nazionale del campionato Under19 femminile di pallanuoto. Quattro gironi da 4 squadre con le migliori 16 formazioni nazionali. Il Volturno, inserito nel girone di Anzio, dopo aver superato allo spareggio il Torre del Grifo per 12-8 ha dimostrato di essere una squadra valida contro formazioni ben più attrezzate anche soltanto in termini di numeri. Nonostante l’ultimo posto in coabitazione con la Vela Ancona, le sammaritane, hanno dato filo da torcere al Bogliasco squadra vincitrice del girone 3 di Anzio) arrendendosi solo nel finale di gare per 10-8 (a meno di 1’ dalla fine la partita era sul 9-8 palla in mano Volturno). Buono il pari, anche se con qualche rimpianto per 8-8 contro la Vela Ancona, con le marchigiane brave a recuperare 2 reti di svantaggio nell’ultimo minuto. Nulla da fare per la compagine gialloverde di capitan Di Grazia che ha mollato contro il Velletri non entrando mai in partita, concedendo all’F&D H2O una facile vittoria per 13-3. Risultato che ha relegato il team della città del Foro all’ultimo posto per peggior differenza reti (-12 Volturno e -11 Ancona). Bogliasco al primo posto e Velletri qualificato come secondo alle finali. Soddisfatto, però, coach Napolitano che ha elogiato le prestazioni delle ragazze, andate a segno con 8 giocatrici diverse e con Alessia Fatone e Jessica Llacja sugli scudi. Salutato con piacere il rientro di Monaco che si sta riprendendo da un problema alla spalla. Per quanto riguarda le altre squadre campane, niente da fare per Acquachiara e Flegreo che hanno concluso anch’esse all’ultimo posto i rispettivi gironi 2 (a Firenze) e 4 (a Catania). Passano alla Final Eight: Trieste PN, RN Florentia, Bogliasco, Orizzonte Catania, Varese Olona, NC Milano, F&D H2O Velletri e Plebiscito Padova. Per il Volturno l’appuntamento a metà mese con le semifinali nazionali con il proprio girone che si giocherà proprio a Santa Maria Capua Vetere.