Cellole, l’emozione del vicepresidente D’Onofrio: “Apoteosi di un percorso di 5 anni”

Angelo D’Onofrio

Al triplice della partita con il Castel Volturno il Cellole ha potuto esultare e festeggiare con i propri tifosi la vittoria del campionato. A descrivere l’emozione del momento il vicepresidente rossoblu Angelo D’Onofrio: “Questa è una soddisfazione bellissima che non avevamo ancora vissuto. E’ l’apoteosi di un percorso che dura da cinque anni straordinari e finalmente ci ritroviamo qui a festeggiare questo trionfo. Siamo partiti con una società in difficoltà, alcuni anni prima della nostra venuta siamo stati senza calcio e al campo andavamo per vedere gli altri. E’ la prima volta che vinciamo un campionato di Prima Categoria poiché in altre occasioni siamo stati ripescati. Forse questa non è stata la squadra più forte di sempre ma il gruppo più forte di sempre. E’ stato un campionato difficilissimo con squadre dal calibro di Puglianello, Casale, Falciano, Pietrelcina. La lotta si è rivelata avvincente ma il mio pensiero va anche a quelle squadre che non stanno vivendo momenti esaltanti poiché anche noi abbiamo vissuto anni bui e sappiamo cosa significa. Vorrei dedicare il successo al nostro compianto capitano Claudio Bartolini, al nostro ex sindaco Barretta, a Gianmarco, un ragazzo che non è più tra noi, e vorrei ricordare anche tre giovani di Napoli che giocavano con e che sono morti in un incidente proprio mentre venivano al campo per venirci a trovare. Oltre a loro un pensiero va a Franco Orabona e al nostro amico il “Barone” che da qualche parte sono sicuro sta festeggiando con noi”.