Lombardo saluta gli Internazionali di Caserta, il punto sul torneo

Lisa Sabino

Proseguono senza sosta gli incontri della trentaduesima edizione degli “Internazionali Femminili di Tennis Città di Caserta – Powergas Cup”, manifestazione dotata di montepremi di 25.000 dollari.

La giornata di mercoledì è stata segnata da infortuni e sostituzioni. La prima a dare forfait è stata l’australiana Jaimee Fourlis fermata da un infortunio alla spalla doveva giocare contro la belga Lara Salden, ma è stata sostituito dall’azzurra Nastassja Burnett, rimasta fuori dalle qualificazioni perché eliminata da Beatrice Lombardo. Firmataria della lista di priorità, la Burnett è stata ripescata ed ha battuto la Salden in due set con il punteggio di  6-1, 6-4. Per problemi muscolari si è fermata anche la russa Sofya Lansere nel match contro la kazaka Anna Danilina, 6-2, 2-0 il punteggio per la Danilina al momento dello stop del match.

Senza problemi l’esordio di Kimberly Zimmermann vincitrice dell’edizione del 2018 e diventata testa di serie numero uno quest’anno, 6-2, 6-0 il punteggio con il quale ha eliminato la romana Beatrice Lombardo, che vinse proprio sul campo uno del circolo del tennis di Caserta, il torneo Europe Junior nel 2010.

Anastassja Burnett

“Caserta per me è sempre una tappa speciale – le parole della Lombardo -. Ricordo quando sono venuta qui nove anni fa al torneo junior e… ho vinto un rolex! In città ho le mie tappe fisse, amo passeggiare, mangiare la pizza allo stesso posto di sempre e quest’anno sono andata per la prima volta all’outlet a fare shopping, è un ambiente bellissimo”.

Fuori anche Camilla Rosatello che ha perso 1-6, 3-6 il match contro la russa Varvara Gracheva.

Con il punteggio di 6-3, 6-3 la russa Victoria Kan ha superato la tedesca Caroline Werner. Fuori dai giochi anche Jessica Pieri battuta in due set con il punteggio di 6-4, 6-3 dalla spagnola Marina Bassols Ribera. In due set 6-3, 6-3 l’ungherese Dalma Galfi ha superato la colombiana Maria Fernanda Herazo Gonzalez.

Per decidere la vincente dell’incontro fra la svizzera Lisa Sabino e la ligure Cristiana Ferrando, sono state necessarie quasi tre ore di gioco. Alla fine ha vinto l’italiana superando in tre set l’avversaria per 4-6; 6-1; 6-7.

Cristiana Ferrando

L’italiana con il punteggio più alto in tabellone è Deborah Chiesa, a Caserta già dal pre-campionato e convinta di poter riscattare un 2019, fin ora, non all’altezza dell’anno precedente: “Son contenta di esser qui a Caserta perché oltre all’affetto delle persone – dice la tennista allenata dai fratelli Piccari e da Karin Knapp – un punto di forza è rappresentato dai campi, sempre ottimi, e non è facile in Italia trovare strutture così. Ora non credo di essere fortunata nel tabellone, ma farò di tutto per migliorare quest’annata che per ora non mi soddisfa tra alti e bassi”.

Presenti da ieri al circolo le volontarie dell’associazione L’Aura Onlus che offrono piantine per raccogliere fondi con i quali aiutare i senzatetto ed i poveri della città.

I risultati, le foto di Gennaro Buco, le news, le interviste e i filmati del torneo, realizzati dalla Fairness Agency, sono pubblicate in tempo reale sul sito ufficiale del torneo www.itfcaserta.com ed anche sulle pagine facebook ed instagram “Tennis Club Caserta”.