Crollo Volturno, il Firenze si impone a Santa Maria e raggiunge in classifica le gialloverdi

Un’azione della partita

Il Volturno poteva chiudere il discorso salvezza in casa contro l’NGM Firenze Pallanuoto ed invece, le gialloverdi perdono con le toscane per 9-8 al termine di una partita dai contenuti tecnici per niente esaltanti e zeppa di errori da parte di entrambe le squadre. Il Volturno ha giocato una partita confusa, sprecando 7 superiorità numeriche. Se gli errori in fase conclusiva sono una costante delle sammaritane, quel che è parso evidente agli occhi degli spettatori della piscina del Parco Urbano è stata la mancanza di brillantezza e la perdita di quegli automatismi che di solito funzionano anche quando ci sono gli errori. Paradossalmente ha più da recriminare il Firenze per i tanti errori e le tante parate di Stellato. Eppure in quei pochi minuti di bel gioco il Volturno è stato quasi devastante, ma c’è bisogno di continuità fino alla fine di ogni singolo periodo. Ora la corsa salvezza si complica. Per gli scontri diretti ora è il Firenze a stare meglio, anche se la differenza reti sorride ancora alle sammaritane e con 3 giornate al termine il Volturno dovrà fare necessariamente punti, anche perché il calendario è pressoché identico, unica differenza il Volturno incontrerà il Messina in Sicilia il prossimo turno, mentre alla penultima giornata il Firenze affronterà il Brizz Nuoto, dietro soltanto un punto in classifica, alla Nannini. Cosenza fuori e Vela Ancona (con tutta probabilità già avrà il primo posto in tasca dal prossimo turno) in casa per le sammaritane e Vela Ancona domenica prossima in casa e Flegreo a Monterusciello per le gigliate prima di chiudere contro il Brizz Catania. Calcoli non servono, serve fare punti.

Nel primo quarto passa subito il Volturno con la Bergamo in superiorità, ma sfruttano bene il vantaggio numerico anche Calonaci e Baldi (a 3” dalla sirena) per il 2-1 ospite nei primi 8 minuti di gara. Secondo quarto che è il festival degli errori da ambo le parti. Il Volturno riesce ad andare in rete con Alessia Fatone in power play per il 2-2 al cambio di vasca. La gara sembra avara di emozioni, e invece, quelle nella seconda parte di gara non mancheranno. Scoppiettante 3-4 di parziale nel terzo periodo. Il Volturno prima spreca praticamente a porta vuota e sulla ripartenza prende una rete di Merli in 2 contro 1 (2-3). Capaccioli, poi allunga sul +2 con un pallonetto. Il Volturno si sveglia e in un minuto e poco più segna 3 reti con Bergamo che resiste al centro e batte Pellegrino in palomba, con Fatone su rigore procurato da Llacja e con la stessa Llacja con un tiro che prende il palo e supera la linea immaginaria di porta (5-4 in un amen). Le ragazze di Marta Colaiocco non ci stanno però e ribaltano con Scali in superiorità e con Giulia Baldi (sempre prestazioni super contro il Volturno) ancora con “l’uomo in più” e sul finire del tempo. Il trend negativo delle locali non si ferma in avvio di ultima frazione con Curandai che sfrutta la doppia superiorità numerica per il 5-7. La stessa Curandai viene espulsa per scorrettezze poco dopo. Il Volturno non ne approfitta e anzi perde anche Palmiero per rosso diretto. Il gioco fisico delle fiorentine manda nel pallone il Volturno che subisce ancora una rete ancora con Giulia Baldi e sempre in superiorità (saranno 7/10 a fine gara). Sul 5-8 arriva la reazione delle padrone di casa sospinte dal pubblico. Fatone è ancora precisa su penalty, poi arrivano i gol di Di Grazia che buca le mani al portiere ospite e di Masciandaro, su assist della stessa Di Grazia. Il risultato è di parità: 8-8 fino a 50” dal termine. E’ ancora Giulia Baldi (8 reti quest’anno alle sammaritane) a siglare il gol vittoria in power play. Mentre l’ultima occasione da parte del Volturno non va a buon fine (3/10 in superiorità è davvero poco).

VOLTURNO-FIRENZE PN  8-9

(1-2, 1-0, 3-4, 3-3)

VOLTURNO: Stellato, Palmiero, Vitale, Fatone G., Zito, Pellegrino M.G., Bergamo 2, Llacja 1, Riccio, Masciandaro 1, Di Grazia 1, Fatone 3 (2r), Genzano. All. Tatavitto

FIRENZE: Pellegrino G., Capaccioli 1, Curandai 1, Ferrini, Merli 1, Calonaci 1, Baldi C., Azzini, Baldi G. 4, -, Rocca, Baldini, Scali 1. All. Colaiocco

ARBITRO: Rovandi

SUPERIORITA’: Volturno 3/10 + 2/2 rig., Firenze 7/10

Note: espulse per gioco scorretto Curandai (F) a 5’47” 4T e Palmiero (V) a 4’04” 4T. Sprint 3-1 Volturno. Spettatori 100 circa.