Un portiere di proprietà della Casertana conquista la finalissima di Coppa Italia di Serie D con il Matelica: con lui un atleta nato a Maddaloni

Michele Avella (foto Cristian Ballarini)

CASERTAMichele Avella protagonista con il Matelica. Il talentuoso portiere classe 2000 di Ottaviano, in prestito dalla Casertana, ha contribuito alla conquista della finalissima di Coppa Italia di Serie D, difendendo in maniera egregia la porta del club marchigiano nella semifinale di ritorno contro il Mantova. L’atleta, lo scorso anno terzo portiere della prima squadra e saracinesca della Berretti rossoblu, è risultato decisivo nella partita con diversi interventi importanti sul fortissimo attacco lombardo, composto da Alma, Yeboah e Ferrari. Grossa soddisfazione per il ds del Matelica Francesco Micciola, indimenticato attaccante che detiene il record di giocatore più giovane ad aver esordito con la Casertana, ad appena quindici anni, in Coppa Italia di Serie C contro il Potenza.

RUSH FINALE. Con la vittoria per 2-1 (all’andata 1-1), il Matelica conquista il pass per la finalissima contro il Messina, in programma il 18 maggio. Nel frattempo è sempre viva la lotta al vertice del girone F di Serie D, con i biancorossi distanti appena due lunghezze (74 a 72) dal Cesena, con cinque turni ancora da disputare. In squadra Avella gioca insieme ad un altro ragazzo legato alla provincia di Caserta. Si tratta del centrocampista Salvatore Margarita, nato a Maddaloni ma residente a Cardito, che ha già affrontato i falchetti con le maglie di Ascoli e Lupa Roma. Di certo il finale di stagione può riservare tante soddisfazioni per il promettente portiere vesuviano che la Casertana sta monitorando, in vista del suo ritorno alla base.