La Decò Caserta pronta a sfidare la Viola Reggio Calabria, Hassan: “Imparare dai nostri errori per arrivare il più in alto possibile”

Hassan in azione contro Capo d’Orlando (Foto Gianfranco Carozza)

Norman Hassan è il tiratore più pericoloso e prolifico della Decò Caserta. Attraverso le pagine del Mattino l’ala commenta il suo buon momento ma soprattutto quello della squadra: «In effetti do il meglio di me stesso in fase offensiva ed è su questo che ho sempre lavorato molto – annuisce Hassan – però adesso mi sto applicando anche nel trovare soluzioni in difesa perché se la palla non entra nel canestro devo cercare modi diversi per essere di aiuto alla squadra, stando attento anche ai dettagli, a quelle piccole cose che possono far la differenza». Nel confronto vincente con l’Irritec Costa d’Orlando Hassan di punti ne ha segnati 26, frutto di uno stellare 75% da tre (6/8) e un 9/16 dal campo che equivale ad oltre il 56%. Realizzazioni che hanno portato l’ala a far lievitare il suo bottino personale, avendo siglato fino ad ora 144 punti e a piazzarsi al terzo posto nella speciale graduatoria individuale per realizzazioni, dietro la coppia dell’In Più Broker Roma Mouaha (154)- Visnjic (149). «Non conta essere fra i migliori realizzatori se poi la tua squadra non vince – sottolinea l’ala della JuveDecò – va bene solo se sei stato utile al gruppo». Hassan viene indicato come di origine egiziana, ma non è così. «Sono italianissimo, nato a Pisa – specifica – quando ho iniziato a frequentare i campi di basket per le mie fattezze fisiche hanno ritenuto che fossi di origine egiziane. Tutto in realtà è scaturito da un equivoco sorto in un torneo a Bologna quando ero nelle giovanili di Rimini. Mio padre è di origini somale e mia madre Antonella è italiana. Ed è lei, ex giocatrice con la squadra di Roma, che mi ha fatto conoscere ed apprezzare la bellezza di questo sport». Il grande amore di Norman per la pallacanestro non gli ha mai fatto pensare ad altri obiettivi. «Ho sempre sognato la serie A, sarei felice di poter contribuire a riportare la squadra di Caserta in un campionato più consono alla sua storia». Norman Hassan è stato il primo acquisto della società casertana, quando il Venafro giocava per salvarsi e aveva ceduto il suo titolo alla Juve dei giorni nostri e come gli altri suoi compagni di squadra si è rivela- to un ingaggio azzeccato, visto che non solo hanno messo poco tempo a costituire un gruppo, ma grazie allo staff tecnico guidato da coach Oldoini, la JuveDecò sta crescendo giornata dopo giornata, consolidando la sua posizione in vetta alla classifica del girone D della serie B di basket. Hassan riferisce che la squadra è pronta a replicare domenica al PalaDecò con la Viola Reggio Calabria per la seconda partita casalinga consecutiva, volendo conservare il primato in classifica e l’imbattibilità in- terna. «Avremo di fronte la Viola Reggio Calabria che non è più prima in classifica solo per i tre punti di penalizzazione. Per noi sarà quindi un test molto importante, contro una squadra costruita come noi per primeggiare. A Roma, contro l’In Più Broker, che punta anch’essa ad andare lontano, non siamo stati tanto bravi – confessa – quell’unica sconfitta subita ci pesa ancora – prosegue – contro il Viola dobbiamo dare prova di aver tratto lezione dagli errori commessi in quella gara e dei progressi che stiamo compiendo giornata dopo giornata. Per fortuna – conclude – pur essendo una squadra completamente nuova, abbiamo impiegato poco tempo a raggiungere una buona amalgama».