Castaldo salva una brutta Casertana, i rossoblù continuano a deludere e regalare punti

Un’azione della gara (Foto Scialla)

MATERA. Solita Casertana. Brutta e svogliata nel primo tempo, più determinata e volitiva nella ripresa. Per ben due volte ha dovuto rincorrere l’avversario che con questo pari ferma l’emorragia di cinque sconfitte consecutive. Un pareggio che non rende felici i falchetti, dopo il pari di sette giorni fa. La testa della classifica si allontana e la corazzata Casertana ancora non si vede in tutto il suo splendore. C’è ancora molto da lavorare e soprattutto da meditare.

LE FORMAZIONI. Fontana conferma l’undici che sabato scorso ha pareggiato con il Catania. Imbimbo invece cambia tre pedine rispetto alla gara persa martedì scorso a Cava dei Tirreni. Dal 1′ ci sono Garufi, Dammacco e Corado, siedono in panchina Triarico, Galdean e Scaringella.

PRIMO TEMPO. Dopo i primi minuti di studio è il Matera a rendersi pericoloso con un colpo di testa di Stendardo bloccato da Russo al 6′ minuto. Cinque minuti dopo Orlando, quasi dalla linea di linea salta con un sombrero Blondett e poi tenta di beffare Russo con un pallonetto indirizzato sul palo più lontano. Pallone di poco a lato. La Casertana si fa viva con una conclusione dalla distanza di Floro Flores che non centra la porta. E’ il Matera che fa la partita, i rossoblù propongono delle ripartenze che si spengono ai 16 metri. Al 33′ Russo para in due tempi una punizione di Stendardo. Al 37′ i biancazzurri passano in vantaggio. Corado lavora un buona pallone sull’out di destra, serve in lungolinea Risaliti che di prima mette in mezzo per l’accorrente Dammacco che di piatto destro trova l’angolino alla destra di Russo. La manovra dei  falchetti è lenta e l’attacco è poco incisivo. Il portiere Farroni ha trascorso 45 minuti in tranquillità.

SECONDO TEMPO. Inizia la ripresa con un cambio per parte. Fuori Corado e dentro Scaringella per il Matera. Fontana richiama il difensore Lorenzini per inserire il centrocampista Cigliano. De Marco si abbassa sulla linea difensiva e Cigliano prende il suo posto a destra, a centrocampo. La formazione di casa va subito vicina al raddoppio ancora con Dammacco ben seervito da Orlando che era sfuggito a De Marco. Dopo 5 minuti della ripresa Castaldo riequilibra l’incontro spingendo in rete un cross dalla destra di Cigliano. Nemmeno il tempo di godersi il pari e risistemarsi sul rettangolo di gioco che i falchetti subiscono la rete di Stendardo che, libero in area, di testa batte Russo. Il traversone è stato di Corso. Al 12′ Fontana sostituisce Santoro con Mancino, Imbimbo decide che la partita di Dammacco è finita ed inizia quella di Galdean. La Casertana spinge un po’ di più, alza il baricentro e al 22′ raccoglie i frutti. Fuga sulla sinistra di Zito e cross sul secondo palo ove c’è Castaldo che non fallisce. E’ una Casertana diversa, più determinata rispetto a quella svogliata della prima frazione di gioco. Al 33′  Casertana pericolosa con D’Angelo che di testa, su cross di Mancino, fallisce la rete del vantaggio. Al 38′ Mancino raccoglie una corte respinta della difesa e di sinistro impegna severamente il portiere Farroni. Si gioca nella metà campo del Matera. La Casertana vuole la vittoria ma nonostante i 4 minuti di recupero il punteggio non cambierà.

MATERA – CASERTANA 2-2

Matera: Farroni; Risaliti Stendardo Sepe; Garufi (dal 34′ Arpino) Ricci (dal 34′ st Bangu) Dammacco Corso (dal 41′ st El Hilali) Genovese; Orlando Corado (dal 1′ st Scaringella). A disp.: Guarnone, Auriletto,  Sgambati, Casiello, Lorefice, Triarico, Milizia. All.: E. Imbimbo

Casertana: Russo; Blondett Lorenzini (dal 1′ st Cigliano) Pinna; De Marco D’Angelo Santoro (dal 12′ st Mancino) Vacca Zito; Castaldo Floro Flores (dal 21′ st Padovan). A disp.: Adamonis, Ciriello, Ferrara, Alfageme. All.: G. Fontana

Arbitro: A. Meleleo di Casarano.

Marcatori: Dammacco al 37′ pt; Castaldo al  5′ st;  Stendardo al 8′ st; Castaldo al  22′ st;

Note: ammoniti Corso, Orlando, Genovese, Santoro, Castaldo, Cigliano