Sfuma il sogno Eccellenza per il Villa Literno: triste rimonta subita dalla Polisportiva Santa Maria Cilentana

Lo sconforto del Villa Literno (foto SportCasertano.it)

VILLA LITERNO – Il Villa Literno sprofonda in un incubo. In doppio vantaggio per metà tempo, la compagine del presidente Giovanni Fontana subisce la rimonta e perde col punteggio di 2-3. Sfuma ad un passo dal traguardo il sogno Eccellenza, risultato meritato per quanto fatto quest’anno. Incredibile quanto successo davanti ai 1.800 spettatori del “Comunale”, con Insigne & soci che hanno dominato nel primo tempo, hanno segnato due goal e ne hanno sfiorati altri. Poi nella ripresa la doccia fredda della Polisportiva Santa Maria Cilentana che sfrutta gli errori difensivi locali e si aggiudica la vittoria. Il Villa Literno è una bella realtà ed ha il dovere di riprovarci, perché quanto costruito  quest’anno merita di continuare, che sia Eccellenza e Promozione. Aver riportato tanta gente allo stadio è un vanto, aver consolidato il Villa Literno tra le squadre più agguerrite del girone è un bene da proteggere.

PRIMO TEMPO. Cornice delle grandi occasioni allo stadio “Comunale” di Villa Literno. Oltre 1.800 spettatori assiepano gli spalti dell’impianto di via Castello. Bella coreografia all’ingresso in campo, con i cori, le bandierine di colore biancorosso e lo striscione che recita “L’ultima lotta” da parte della Brigata Liternum. Elettrizzato dal sostegno dei propri tifosi, il Villa Literno mette in pratica un impatto energico. Dopo il tiro di Piccirillo che non impensierisce Mormile (4’), i biancorossi del presidente Giovanni Fontana si portano in vantaggio, mettendo da subito la partita sui binari preferiti. Dalle retrovie Guadagno pennella un lancio che manda in controtempo la difesa e diventa prelibato per il palato di Insigne. Il fratello maggiore del campione del Napoli Lorenzo vede il portiere fuori dai pali e lo beffa con un pallonetto di testa. I supporters liternesi saltano di gioia e festeggiano la rete numero diciassette in campionato di uno dei calciatori più forti della categoria. La reazione della Polisportiva Santa Maria Cilentana non si fa attendere. Il bomber salernitano, autore di 18 sigilli tra campionato e play-off, angola di testa sul traversone di Fiorillo: la palla non inquadra lo specchio della porta (9’). Ghiotta l’occasione per gli ospiti dell’ex Casertana Egidio Pirozzi al 17’. Sugli sviluppi del corner battuto da Insigne, la difesa spazza fuori dall’area e dà il via al contropiede. L’intervento di Carlo Esposito, ultimo in linea difensiva, è impreciso, così ne approfitta Marco Esposito che s’invola verso la porta. Si pongono all’inseguimento Basso e Bellusci, così appena entrato in area, il numero 10 ospite calcia verso la porta: Mormile si dimostra un muro e si oppone al tentativo con i piedi. Applausi a scena aperta del pubblico per la parata miracolosa del pipelet ex Foggia e Reggina. Scampato il pericolo, i padroni di casa tornano a gestire la manovra, puntando molto sulle qualità tecniche di Insigne. Diversi sono i lanci di Guadagno e Chianese nelle praterie per l’ex Ortese che, ogni qual volta tocca palla, si rende protagonista di colpi di gran classe. Sfruttando il vento a favore, il Villa Literno accelera. Borrelli prolunga di testa la palla per Basso che sbaglia l’impatto col pallone e si divora la palla goal (31’). Quattro giri di lancette dopo è Borrelli ad essere troppo precipitoso ed a fallire il raddoppio. Il goleador liternese è tutto solo al centro dell’area ma, non avvertito dai suoi compagni di squadra, calcia immediatamente di testa tra le braccia del portiere, quando avrebbe potuto stoppare e concludere con tutta la tranquillità del mondo. Ancora Borrelli incorna di testa sull’angolo di Insigne: palla di poco distante dall’incrocio dei pali. Dominio del Villa Literno che rimanda il raddoppio al 44’. Sul corner di Insigne, Serra sbaglia i tempi dell’uscita, manca il pallone che viene scaraventata in rete da Guadagno con tutta la propria forza. I tifosi biancorossi esultano per il raddoppio che può incidere fortemente sul risultato. In doppio svantaggio, la Polisportiva Santa Maria Cilentana potrebbe sciogliersi come neve al sole, invece arriva la reazione immediata. Fiorillo mette al centro il calcio piazzato, si forma una mischia ed il più lesto è Marco Esposito che devia in rete e riapre la partita. Dopo tre giri di lancette, l’arbitro manda le compagini negli spogliatoi col punteggio di 2-1 per il Villa Literno.

SECONDO TEMPO. Nella ripresa il duello tra le due compagini si fa ancor più accattivante. Il capitano Gianluca Russo e Basso lottano come leoni a centrocampo, mentre la Polisportiva alza il ritmo alla ricerca del pareggio. I liternesi dei direttori Antonio Musto e Giovanni Ucciero sembrano gestire il vantaggio, poi un episodio cambia sorte alla partita. Il giovane Esposito sbaglia un controllo e Marco Esposito recupera palla, servendo in attacco Romano. L’attaccante entra in area e cade a contatto con Mormile. L’arbitro non ci pensa due volte ed assegna subito il rigore, nonostante le proteste del pipelet locale che dice di aver toccato l’avversario (57’). Diversi minuti di recriminazioni ma l’arbitro non cambia idea. Dal dischetto Piccirillo è glaciale nello spiazzare Mormile e ristabilire il pareggio. Il Villa Literno subisce il contraccolpo psicologico ma risponde subito con il tiro a giro di Insigne che termina alto (67’). La Polisportiva Santa Maria Cilentana è messa meglio in campo e gela il Villa Literno al 72’. Dopo una serie di passaggi sbagliati, Marco Esposito lavora un pallone e lo cede a Bovi: traversone sul secondo palo per Romano che incorna di testa in rete. Villa Literno colpito a freddo e salernitani in festa. Negli istanti dopo, i liternesi sembrano scossi, infatti Mormile è costretto agli straordinari per deviare in corner il tiro di Marco Esposito (78’). Nel finale Insigne & soci salgono di ritmo e costruiscono la grande occasione al 90’. Cross di Diana ed Angelo Parente schiaccia di testa a colpo sicuro: incredibilmente il palo nega il pareggio al Villa Literno. Nei minuti finali, tanti interruzioni ed al triplice fischio è enorme la delusione nel Villa Literno.

Tabellino: VILLA LITERNO-POLISPORTIVA SANTA MARIA CILENTANA = (parziali: 2-1; 0-2)

VILLA LITERNO: Mormile, Bellusci, Esposito Carlo (79’ Terribile), Nascari (79’ Gottardo), Chianese, Guadagno, Parente, Russo Gianluca (74’ Diana), Borrelli, Insigne, Basso. In panchina: Puocci, Griffo, Cerullo, Castiglione. Allenatore: Pierfrancesco Ulivi

POLISPORTIVA SANTA MARIA CILENTANA: Serra, Trabelsi, Fiorillo, Petrillo (74’ Galdi), Fariello, Conte, Rizzo, Bovi (84’ Marmoro), Piccirillo (91’ Russomanno) , Esposito Marco (88’ D Gregorio), Romano. In panchina: Russo Luca, Lo Schiavo, Di Luccio. Allenatore: Egidio Pirozzi

RETI: 7’ Insigne (V), 44’ Guadagno (V), 46’ pt Esposito Marco (P), 57’ Piccirillo su rig. (P), 72’ Romano (P)

ARBITRO: Alessandro Negrelli della sezione di Finale Emilia (assistenti: Salvatore Gambino di Nocera Inferiore e Gaetano Vitale di Napoli)

NOTE: Ammoniti: Borrelli, Guadagno (V); Rizzo, Romano (P). Angoli: 4-2. Fuorigioco: 1-0. Recupero: 3 nel primo tempo; 5 nel secondo tempo. Spettatoro: 1.800 con 70 tifosi provenienti da Santa Maria di Castellabate