Villa Literno, la grinta di Guadagno per la sfida play-off col Goti: “Abbiamo fatto qualcosa di straordinario, ora in campo per scrivere la storia”

Giuseppe Guadagno

Alla vigilia della finale play-off che domani alle 16:30 vedrà di fronte Villa Literno e Virtus Goti a spingere la squadra e a caricare l’ambiente liternese ci pensa uno dei pilastri della difesa biancorossa, ovvero Giuseppe “Pippo” Guadagno. Queste le sue parole:

L’APPROCCIO. Il calciatore liternese sottolinea la difficoltà della partita che però dovrà vedere in campo un Villa Literno propositivo: “La partita contro la Virtus Goti ovviamente rappresenta per tutto l’ambiente un traguardo mai raggiunto prima. Ci giochiamo tanto e sicuramente ci teniamo a far bene per regalare una soddisfazione importante alla città e a tutta la dirigenza. Quello che posso dire e che andremo in campo senza pensare al doppio risultato, ma giocandoci la partita consapevoli delle nostre potenzialità. Siamo abbastanza carichi e vogliamo portare il risulatato dalla nostra parte. Il Goti è una buona squadra fatta di giocatori importanti e sarà sicuramente una partita non semplice, ma noi siamo il Villa Literno e dobbiamo dimostrare di meritare tutto quello che abbiamo fatto durante l’anno”.

LA VOGLIA DI VINCERE. Il gruppo biancorosso è coeso e il difensore biancorosso  lancia un appello alla città: “Queste partite singole nascondono sempre delle insidie, ma noi non possiamo farci sfuggire questa occasione. Penso che una squadra che arrivi a quota 72 e addirittura non vince il campionato faccia capire da sé il cammino straordinario del Villa Literno! Questo però rappresenta il passato e adesso siamo pronti per scrivere il futuro nostro e di questa società mettendo in campo tutte le nostre qualità. Giocare queste partite è sempre emozionante. Siamo un gruppo importante sia come nomi ma soprattutto fatto di ragazzi che hanno fame di vittoria. Voglio rivolgere un appello a tutta la città di Villa Literno: domani seguiteci e sosteneteci come sempre avete fatto. Uniamoci tutti insieme per questo grande obbiettivo chiamato Eccellenza”.