Delirio Family, Mozzi punisce Benevento allo scadere. Per le casertane è una vittoria che va oltre i due punti

Il Family durante un timeout (Foto Carozza)

Se c’è una dimostrazione di quanto il progetto Family vada ben al di là del vincere o perdere partite, o finanche lottare per un obiettivo che le ragazze del presidente Narducci avrebbero potuto raggiungere non fosse stato per la penalizzazione, la gara di ieri contro la Meomartini Benevento ne è la lampante dimostrazione. Poteva essere mollato tutto, in una gara il cui risultato poteva essere inutile ai fini della classifica, le cose giravano male, con tante ragazze in non esaltante condizione fisica, uscite malconce da partite precedenti o allenamenti della vigilia, invece ecco che arriva una rimonta da sogno, culminata nel buzzer beater da centrocampo di Chiara Mozzi, under di grandissima personalità che vale una vittoria che vale molto di più dei due punti. È bene partire proprio dalla giovane del vivaio rossoblù, una di quelle che sanno sempre farsi notare quando sul parquet. Eravamo rimasti fermi al suo tiro allo scadere dei regolamentari di settimana scorsa, che aveva costretto la squadra ai supplementari, ma la forza e il talento non si dimostrano quando segni un canestro decisivo, ma quando ci si sa rialzare dopo un errore del genere. Ed ecco che, con convinzione ed un pizzico di fiducia, ancora la palla finisce nelle sue mani, poco dietro il centrocampo, scocca il tiro e stavolta la retina lo accoglie. Se le soddisfazioni della classifica sono fini a se stesse, vedere una under prendere un tiro decisivo e metterlo, vale davvero il prezzo del tanto lavoro della società con le sue giovani. Come però non dire di una Eleonora Petrazzuoli che gioca una gara in sofferenza fisica, al limite dello spiegabile, tenendo a galla da sola le sue nel primo tempo, quando niente sembra girare, mettendosi a disposizione nella ripresa con il suo solito sacrificio a rimbalzo. Chiuderà con la solita doppia doppia, ma quello che il referto non dice è il come quei numeri arrivino: sono finiti gli aggettivi. Zonda non aveva la solita energia, parte della panchina per postumi di un infortunio al braccio destro, eppure nel secondo tempo le “sue” bombe, ignoranti e di talento al punto giusto, cambiano l’inerzia della gara. E poi lei, Francesca Gentile, una che fa parlare le mani al posto dei numeri, con canestri importanti per il morale e tanta abnegazione, c’è tanto di suo in questa vittoria. Le altre portano tutte il loro mattoncino, da Natale a Guida, a Grasso ed Alberico, per confezionare una rimonta che, dopo essere stati anche sotto di venti lunghezze, va ascritta nelle più belle vittorie del Family.

LA CRONACA: Partita bisafica. Benevento strappa la gara dopo un botta e risposta iniziale. Pascale e Muscetta ad inizio secondo quarto scavano un gap di venti punti che, per motivazioni connesse al match e periodo conclusivo della stagione, fanno pensare al peggio, ma Di Caccamo si fa valere in difesa e Petrazzuoli in attacco ci da dentro, nonostante tutto, continuando anche a sbattere con la testa sul muro se necessario. Zonda apre il secondo tempo spezzando una lancia a favore del Family che torna in singola cifra di svantaggio, Gentile si prende coraggio e responsabilità, ma la gara comunque sembra prendere la direzione sannita. Al Family serve un po’ di magia e quando ancora Veronica Zonda piazza due triple, si capisce che la gara non è chiusa. Ursini getta nella mischia Mozzi che recupera palla si invola in contropiede e subisce fallo, intenzionale, 2/2 ai liberi e si arriva all’ultimo minuto, punto a punto. A 45” dal termine Benevento ha la palla per gestire, ma non riesce a creare un tiro, dalla rimessa il Family ha una persa banale, doppio campo e con 6” sono ancora le sannite ad avere il match ball. Ursini chiama il raddoppio, Gentile e Mozzi chiudono nell’angolo, la palla è vagante, la giovane con il #14 afferra la palla e scaglia il tiro, per il delirio della vittoria, 52-49.

FAMILY CASERTA – GS MEOMARTINI BENEVENTO 52-49 (8-9; 12-29; 34-41)

Caserta: Natale, Grasso 4, Guida 1, Di Caccamo, Petrazzuoli 16, Mozzi 5, Zonda 18, Alberico 2, Gentile 6. All. Ursini

Benevento: Sandullo, Vetrone, Pascale 7, Formato 15, Muscetta 10, Addazio, Viola, Chiumento 6, Manganiello 6, Quaranta 5. All. Capacchione