Cedri San Nicola senza rivali: ventello in casa del Cercola

Il Cedri San Nicola in azione (Foto di Guillermo Ferrajolo)

Pochi minuti di veri Cedri per tenere a bada Cercola. Gli uomini di Piero Falcombello, orfani dell’infortunato Viera, si tengono sulle spalle gli avversari ultimi in classifica per più di venti minuti complice un approccio morbido alla gara, fino a che un po’ di difesa ed i muscoli di Johnson mettono fine alla contesa con il parziale decisivo fra le due squadre, per il 63-84 finale che regala la vittoria numero 26 della stagione. L’inizio di San Nicola è incoraggiante, facendo ben circolare il pallone al di fuori dell’area e scappando subito sul 2-7. I padroni di casa non ci tengono a partire sconfitti e mettono in atto una difesa a tutto campo per togliere energie ai ragionatori di coach Falcombello. L’azzardo porta i frutti sperati sfruttando anche il rilassamento neroarancio, Scognamiglio e Nappo rubano alcuni palloni importanti che regalano punti facili ed il time out Cedri sul 12-11. La strigliata in panchina porta più energia in difesa per gli ospiti, che rubano palloni a profusione e tornano a condurre sul 21-28 con Riccio già in doppia cifra al 10’. Nel secondo quarto si segna molto meno, il pitturato di Cercola è come la tangenziale di Napoli all’uscita da lavoro; ci vuole l’energia di Russo per smuovere il tabellone, toccando anche il +13, ma gli ospiti non sono concentrati a dovere, impallandosi contro la zone press di Licursi con Scognamiglio che concretizza le miriade di palle recuperate dalla difesa: è 33-39 all’intervallo. Al rientro in campo si comincia a cavalcare Linton Johnson. Il 43 arriva su ogni rimbalzo sfruttando ogni singolo centimetro di vantaggio sugli avversari. Cercola si regge sui tiri da fuori di Paone, ma i Cedri capiscono che è il momento di allungare: prima Johnson, poi Riccio e Pignalosa concretizzano il buon lavoro difensivo, 11-0 di break negli ultimi due minuti del terzo parziale e si arriva all’ultimo stop and go su un comodo 45-62. L’ultimo quarto diventa pura accademia, in cui si svuotano le panchine. “Era la sesta gara in quindici giorni – ci dice coach Piero Falcobello – ma mi sono arrabbiato per il nostro approccio molto morbido. Questa è la classica gara dove fai fare bella figura all’avversario. Avevamo qualche acciacco, Linton ha dovuto fare gli straordinari e ho dovuto far riposare Mihalich per un colpo che ha subito. Al di là di tutto l’importante erano i due punti. Ora dobbiamo andare a Monte di Procida per chiudere al primo posto la regular season, poi sarà tutto grasso che cola. Abbiamo disputato una stagione molto importante finora, progetto ambizioso per la nostra realtà che quest’anno ha provato a pensare in grande. Noi vogliamo vincere il campionato e potremo farlo la prossima settimana, poi penseremo al resto. Parlare di obiettivo serie B non è una bazzecola, chi conosce questa categoria conosce tutte le insidie che ci sono in questo campionato. Subito dopo cercheremo di fare il punto della nostra situazione”.

Pallacanestro Cercola – San Nicola Basket Cedri 63-84 (21-28, 33-39, 45-62)

Cercola: Rea 3, Nappo 11, Del Cuoco 2, De Marco NE, Staiano NE, Imperato 6, Campa 10, La Marca, Esposito 1, Paone 10, Scognamiglio 20. All. Licursi.

San Nicola Basket Cedri: Aldi 2, Pignalosa 16, Riccio 16, Di Martino 2, Marini 3, Garofalo 9, Mihalich, Erra 9, Zamo 4, Russo 4, Johnson 18, Spalice 1. All. Falcombello