Sigma Aversa, che beffa a Gioia del Colle: sconfitta al tie-break. Ma i normanni restano attaccati alla vetta

Un’azione della gara

Una battaglia di due ore e 8 minuti che ha premiato i padroni di casa della Gioiella Micromilk Gioia del Colle: la Sigma Aversa ha lottato su ogni pallone arrendendosi solamente ai vantaggi del tie-break. Una partita tiratissima che ha visto i normanni andare avanti addirittura 2-1 nel conto dei set ma poi la formazione del presidente Sergio Di Meo ha subito la rimonta dei pugliesi che prima hanno vinto (agevolmente) il quarto parziale e poi hanno avuto la meglio al quinto (19-17). Dopo questo turno di Pool B capitan Enrico Libraro e compagni quindi portano a casa solamente un punto che permette però di restare attaccati alla coppia in vetta alla classifica, appunto Gioia del Colle e l’Aurispa Alessano (che ha vinto 3-2 in trasferta a Mondovì). La gara è stata molto combattuta sin dal primo set: i pugliesi hanno provato subito ad allungare ma i ragazzi guidati da coach Pasquale Bosco hanno tenuto testa agli avversari fino al 14-14, poi c’è stato un black out che ha permesso ai padroni di casa di guadagnare punti e terreno chiudendo con un break di 11 punti a 3 girando campo in vantaggio 1-0.

Un’azione della gara

Grandissima adrenalina e grinta da entrambe le squadre nel secondo set: gli attaccanti della Sigma Aversa alzano le percentuali, così come aumentano le ricezioni perfette e questo si tramuta in un equilibrio assoluto fino alla fine del set: a spuntarla i guerrieri normanni che conquistano il +2 nel momento decisivo (24-26). E’ una gara anche di nervi: si va punto a punto anche nel terzo set ma Aversa ha fame e vince 23-25 conquistando il primo punto. Poi mette nel mirino il secondo ma forse ci pensa troppo e la Gioiella Micromilk ne approfitta riuscendo subito a sfruttare le disattenzioni dei campani vincendo facilmente il parziale (25-15). La gara si decide al tie-break: punto a punto fino all’8 pari. Poi break pugliese fino al 12-8. Sembra finita, ma non è così. Orgoglio della Sigma che alza il muro con Giacobelli e Vigil riuscendo a fermare gli attacchi avversari: pareggio a 13. Si va ai vantaggi. Aversa non riesce mai a mettere la testa avanti e Gioia del Colle dopo cinque match point non sbaglia: finisce 19-17. La Sigma Aversa adesso deve pensare solo alla prossima gara: sabato prossimo (24 febbraio) alle 20.30 si torna al PalaJacazzi: contro Cantù si chiude il girone d’andata della seconda fase. Ci sarà lo scontro diretto Alessano-Gioia del Colle: la Sigma può approfittarne.