Don Peppe Diana inarrestabile: superato il Cellole nello scontro con vista sui play-off

Don Peppe Diana e Cellole in campo

PARTITA. Se lo aggiudica il Don Peppe Diana uno dei match più interessanti dell’ultima giornata di andata del campionato di Prima Categoria che al Comunale “Angelo Scalzone” di Casal di Principe batte per 2-1 il Cellole. A condurre il gioco sono soprattutto i padroni di casa che nella prima frazione trovano due reti fondamentali che regalano agli uomini de tecnico Cavaliere il quinto successo consecutivo in campionato.

La formazione del Cellole

Per ciò che riguarda gli ospiti, i rossoblù sbagliano l’approccio alla partita subendo la pressione di un Don Peppe Diana davvero in forma e pagano il troppo nervosismo arcuito da un arbitraggio alquanto discutibile che porta a ben due espulsioni e tante ammonizioni tra le fila cellolesi.

PRIMO TEMPO. Parte decisamente meglio il Don Peppe Diana che dopo appena sette giri di lancetta si porta subito in vantaggio grazie alla rete firmata da Jawo che dal limite dell’area lascia partire un tiro potente ed angolato con il pallone che si infila nell’angolino basso alla destra della porta difesa da Laracca.. I padroni di casa macinano gioco ed al 15′ si rendono ancora pericolosi con affondo sulla sinistra di Cindea che viene atterrato al limite dell’area e che si guadagna un prezioso calcio di punizione. A batterlo è lo stesso numero 7 ma il suo tiro è troppo centrale per impensierireil portiere che para senza problemi. Al 18′ ancora Don Peppe Diana pericoloso con Jawo che mette in mezzo un buon pallone per Natale il quale raccoglie la sfera ma da distanza ravvicinata fallisce la rete del possibile raddoppio. La prima mezz’ora di gioco è tutta appannaggio dei locali che al 31′ vanno nuovamente al tiro con Cindea che dal limite lascia partire una conclusione che termina di poco fuori alla destra del palo.

L’esultanza di Pagliuca

Il Cellole si scuote ed al 36′ riesce a capitalizzare l’unica vera occasione creata nel primo tempo: su un’ azione di contropiede il numero 10 Russo serve in profondità Pagliuca che prende alle spalle la difesa avversaria e con un perfetto tiro a giro mette il pallone lì dove Falconetti non può nulla. Nella prima parte di gara c’è tempo ancora per una serie di emozioni. Al 39′ Iannelli lanciato in profondità viene travolto in area dal portiere che gli frana addosso, l’arbitro non ha dubbi ed indica il dischetto del rigore.

Il rigore trasformato da Lagravanese

A battere il penalty si presenta l’esperto Lagravanese che non sbaglia e spiazza il portiere con un tiro che si insacca alla sinistra di Laracca. Nel finale di tempo Cellole in dieci uomini per l’espulsione del numero 6 Mirra. La prima frazione si chiude così sul risultato di 2-1.

SECONDO TEMPO. Nella ripresa la partita cala di intensità, complice il continuo spezzettamento del gioco, ed a farla da padrone è il nervosismo dei calciatori in campo con l’arbitro che in più di un’occasione mette mano al cartellino. Al 62′ per il Don Peppe Diana ci prova Cindea ma il suo termina alto sopra la traversa. Il Cellole, costretto a giocare in inferorità numerica, risponde al 70′ con un tiro su calcio di punizione dai 30 metri di Vitale che termina la propria corsa sul fondo senza impensierire più di tanto il portiere di casa. Jawo ci prova al 72′ dalla sinistra lasciando partire un gran tiro che scheggia il palo esterno facendo correre un brivido alla difesa rossoblù. Al 74′ gli ospiti vanno alla conclusione con il neo entrato D’Amico ma il suo tiro-cross rasoterra è debole con Falconetti che para agevolmente.

La parata di Laracca

Due minuti dopo il Don Peppe Diana si rende nuovamente pericoloso ma Laracca è super reattivo nel distendersi alla sua destra compiendo un grande intervento sul tentativo del numero 11 dei locali, sulla ribattuta dell’estremo difensore rossoblù Natale si avventa sul pallone ma è il palo a negargli la gioia del goal. Al 93′ il Cellole chiude in 9 la sfida per l’espulsione di Fabozzi per somma di ammonizioni. Il Don Peppe Diana conquista coì tre punti importanti che gli permettono di piazzarsi a ridosso della zona play-off distante ora solo un punto. Dal canto suo il Cellole può recriminare per un arbitraggio che sicuramente ha inciso ed influenzato sulla prestazione dei rossoblù che devono però fare il mea culpa per l’atteggiamento troppo remissivo fatto vedere soprattutto nella prima mezz’ora di gara.

TABELLINO

DON PEPPE DIANA – CELLOLE 2-1

DON PEPPE DIANA: Falconetti, De Martino, Negozio, Bianco, Diana, Biffaro, Cindea, Lagravanese, Iannelli, Natale (81’Rota), Jawo (85′ Cangiano). A disp: Nugnes, Salzillo, Postiglione. All: Cavaliere Pasquale

CELLOLE: Laracca, Lisenni A. (73′ Caiazzo), Lisenni D., D’Onofrio M., Fabozzi, Mirra, Vitale, Pastore (73′ D’Amico), Petrillo (46′ D’Onofrio F.R.), Russo, Pagliuca. A disp: Freda, Lepore, De Riso. All: Scagliarini Francesco

MARCATORI: 7′ Jawo, 36′ Pagliuca, 39′ Lagravanese

ARBITRO: Luca Trapanese di Salerno

AMMONITI: Cangiano; Lisenni D., Fabozzi, Mirra, Russo, Caizzo, D’Onofrio F.R.

ESPULSI: Fabozzi, Mirra

STADIO: Comunale “Angelo Scalzone” di Casal di Principe