VERSO IL DERBY. Borrelli prenota il primo goal a Villa Literno: “Magari fosse da tre punti con l’Albanova! Si vince con l’unione fra società, squadra e tifosi”

Luca Borrelli (foto SportCasertano.it)

VILLA LITERNO – Che la sfida abbia inizio. Domani, sabato 27 gennaio, alle 14.30 allo stadio “Comunale”, Villa Literno ed Albanova si sfidano per lo scontro tra titani del 19° turno. Rispetto all’andata, le due compagini si sono rinforzate nel mercato di riparazione. Mentre la capolista ha completato l’organico, i liternesi del presidente Giovanni Fontana hanno semi-rivoluzionato la rosa, con gli acquisti del calibro di Luca Borrelli, Vincenzo Basso, Alessandro Diana, Alessio Castiglione e numerosi under promettenti. Questo è stato il monito fatto dall’allenatore Pierfrancesco Ulivi alla società, per diminuire quanto più possibile il gap con la prima della classe. Ed il folto staff dirigenziale a dicembre si è mosso con acquisti di categoria superiore.

LOTTARE. Il goleador Luca Borrelli è stato il colpo da novanta, il goleador acquistato dalla Battipagliese per puntellare l’attacco. Un lottatore che anche nel blitz autoritario di Sant’Agata de’ Goti cosa vuol dire combattere per la propria maglia: “Con la Virtus Goti è stata una battaglia di cuore, di grinta. Era importante vincere e l’abbiamo fatto. Per trionfare bisogna lottare su tutti i reparti, al di là se uno è difensore od attaccante. Io lotto sempre, non mi piace essere un attaccante statico, anzi presso, do una mano in difesa e mi metto a disposizione della squadra. Ulivi è una grande persona e un grande allenatore. Ho scelto Villa Literno perché vogliono vincere, io voglio vincere, quindi abbiamo lo stesso obiettivo”.

IL PRIMO GOAL. In queste prime cinque partite non è arrivato ancora il goal ma l’attaccante classe ’89 si sta dando un gran da fare, insieme ad Antonio Insigne, Angelo Parente ed agli altri interpreti offensivi, per aiutare la squadra, così come è avvenuto in queste giornate. Ma da avvoltoio dell’area di rigore, il suo desiderio è tutto per il confronto con l’Albanova: “Spero che arrivi domani il goal, ancora meglio se è goal vittoria. Però io preferisco guardare i risultati. Meglio vincere ma un goal non mi dispiace, considerando che nelle prime cinque gare a Villa Literno non ho segnato e quest’anno sono ancora a zero goal. Spero che il goal arrivi subito e che continui a segnare”.

L’UNIONE FA LA FORZA. L’esultanza commovente con i tifosi, al termine del match delicato di Sant’Agata de’ Goti, è la miglior istantanea di un rapporto viscerale tra la squadra ed i suoi sostenitori. Borrelli, che in carriera è stato abituato a tante vittorie e categorie superiori tra la Serie C2 con Nocerina e Scafatese, Serie D ed Eccellenza, è consapevole di questo concetto: “I tifosi sono il nostro dodicesimo uomo in campo. Ci sono vicini nei momenti belli e soprattutto nei momenti brutti. Fino ad ora non ce ne sono stati e mi auguro che non ce ne siano. La cosa più bella è quando tifosi, squadra e dirigenza sono un grande gruppo. Uniti si vince”.

L’ANEDDOTO. Con la possibilità di rosicchiare punti importanti in classifica, il goleador napoletano percepisce il valore importante dell’Albanova e rivela un aneddoto: “Tutto dipende dal risultato di domani. L’Albanova sta compiendo un campionato eccezionale, è fortissima e da inizio anno non ce n’è per nessuno. Faccio i complimenti alla società ed all’allenatore Antonio De Stefano, che è un mio cugino tra parentesi. Nel caso di una nostra vittoria inizia un altro campionato, perciò loro devono stare attenti. Se ci avviciniamo a due punti, noi staremo lì ed aspetteremo i loro passi falsi. Ci giochiamo l’Eccellenza punto a punto”.