Villa Literno, blitz da paura nel fortino della Virtus Goti! Novanta minuti di lotta calcistica nel fango dello “Ievoli”

L’esultanza del Villa Literno (foto SportCasertano.it)

SANT’AGATA DE’ GOTI – Ruggito del Villa Literno nel fortino della Virtus Goti. Nel secondo atto del trittico decisivo per la lotta al vertice del girone A di Promozione, la compagine del presidente Giovanni Fontana s’impone in rimonta col punteggio di 1-2. Da tempo immemore, da quasi due anni, lo stadio “Ugo Ievoli” di Sant’Agata de’ Goti non veniva violato ed i liternesi ci sono riusciti grazie ad una prestazione caparbia e fisica. Su un manto che etichettare come disconnesso è poco, le due compagini hanno lottato per tutti i novanta minuti, mettendo in mostra una prova più sporca che tecnica. Ma purtroppo su questo campo non era possibile altro. Il Villa Literno ha giovato delle grandi performance di Gianluca Russo, Basso, Borrelli ed Angelo Parente, mentre sulle spalle dei padroni di casa del dg Giovanni Caruso pesa oltre misura l’assenza degli squalificati Laezza, Caputo, Piscitelli e Guarino che hanno limitato la rosa a disposizione di Nicola Facchino. Grazie al trionfo, il Villa Literno si porta a 43 punti, a + 6 sulla Virtus Goti terza e sempre a -5 dalla leader Albanova. Distacco inviariato in vista del big match di sabato prossimo, tra le prime due della classe, che sarà fondamentale per la lotta all’Eccellenza. Da evidenziare il clima disteso tra le tifoserie che hanno supportato le proprie squadre senza mai contrastarsi ed a fine gara hanno condiviso l’uscita dal campo con cori ed abbracci.

PRIMO TEMPO. Dopo il big match di sabato scorso contro la capolista Albanova, la Virtus Goti ospita la seconda della classe Villa Literno. Le piogge calate durante la settimana rendono molto difficile la percorribilità del manto in erba naturale dello stadio “Ugo Ievoli” di Sant’Agata de’ Goti. Nei primi minuti liternesi del dg Giovanni Ucciero sentono abbastanza il peso della partita e commettono diversi errori in fase di impostazione. I padroni di casa ne approfittano e si rendono pericolosi con Capone, la cui conclusione viene sventata (5’). La Virtus Goti insiste e trova il vantaggio all’11’. In piena area Vincenzo Russo si libera con astuzia di Bellusci e mette al centro, la palla giova di un falso rimbalzo e manda fuori gioco Mormile. Annunziata ne approfitta ed in scivolata vince il contrasto con Guadagno per sbloccare il punteggio. L’ottavo sigillo del bomber saticulano genera le proteste del Villa Literno per il contatto tra Bellusci e Vincenzo Russo, ma l’arbitro convalida. La reazione liternese non si fa attendere. Insigne crossa per Borrelli che si aggiudica il contrasto con Pace, l’attaccante ex Afragolese s’avventa sul pallone e manda alta la palla da posizione molto ravvicinata. Da quel momento sale in cattedra la compagine ospite con Gottardo per Angelo Parente: Casaburi fa buona guardia (23’). Il contemporaneo vantaggio dell’Albanova sul Casamarciano sprona il team di Pierfrancesco Ulivi che sigla il pareggio al 28’. Borrelli si guadagna il penalty per contatto con Nostrale e Tomaciello: l’arbitro assegna il calcio di rigore, nonostante le recriminazioni di Nostrale. Dal dischetto Insigne spiazza Casaburi e firma il pareggio. Sulle ali dell’entusiasmo la vicecapolista tenta subito il ribaltone. Casaburi abbassa la saracinesca su Borrelli (34’): è la prova del goal del Villa Literno che firma la rimonta al 37’. Insigne recupera palla su Tomaciello, arriva sul fondo ma non crossa come molti tifosi avrebbero preferito. Il fratello maggiore di Lorenzo rientra e serve al limite dell’area il giovane Gottardo che esplode un bolide che bacia il palo ed entra in rete per l’1-2. Grande esultanza del promettente centrocampista classe 2000 che festeggia con tutta la panchina. L’attacco liternese giova del lavoro sporco di Borrelli ed Angelo Parente che si dannano l’anima per aiutare la squadra: in certe circostanze manca la lucidità sotto porta ma qualcosa pur si paga se si fanno tanti sacrifici. Ne è un esempio l’azione del 40’ quando Borrelli, uno che i traversoni li concretizza di testa, crossa per Basso che svetta su Pace: Casaburi devia in corner ma l’arbitro non ravvede alcuna deviazione. Si va all’intervallo sul punteggio di 1-2, tra la felicità della dirigenza liternese che apprezza la grande reazione dei propri calciatori.

SECONDO TEMPO. Forte del vantaggio il Villa Literno rientra in campo abbastanza motivata. Sulle spalle della Virtus Goti pesano le tante assenze per squalifica, tra cui quelle di Laezza, Caputo, Piscitelli e Guarino. Gli ospiti di Pierfrancesco Ulivi, attesi dal big match della prossima giornata con la capolista Albanova, desiderano chiudere il match ed al 54’ sfiorano il terzo goal con Borrelli, fermato da un ottimo riflesso di Casaburi. La Virtus Goti sembra stanca, mentre il Villa Literno abbassa il baricentro e ci prova in contropiede. In cabina di regia il capitano Gianluca Russo e Basso lottano come guerrieri per vincere il confronto con i dirimpettai Salvatore e Florio: ne nasce una super sfida che anima tutto il secondo tempo. Senza dimenticare il lavoro di Insigne che vola da una parte all’altra per dare una mano alla difesa e trasformare in giocabili palle complicate. Dopo qualche attimo di ricarica, i padroni di casa ritornano all’assalto. Al 68’ importante intervento di Mormile che si distende per deviare in corner la punizione di Capone. Il super portiere di Frattaminore vale “mezza squadra” come si dice in gergo e si ripete al 77’, quando blocca la palombella dello stesso Capone. Nicola Facchino corre ai ripari con diverse sostituzioni, ma all’81’ si ritrova in inferiorità numerica per l’espulsione per doppia ammonizione di Tomaciello. Nel finale la difesa guidata da Guadagno e Chianese si oppone alle offensive avversari e protegge fino alla fine la vittoria finale. Al triplice fischio grandi festeggiamenti tra squadra e tifosi per un successo fondamentale in vista del big match di sabato prossimo tra Villa Literno ed Albanova.

Tabellino: VIRTUS GOTI-VILLA LITERNO = 1-2 (parziali: 1-2; 0-0)

VIRTUS GOTI: Casaburi, Larucci, Tomaciello, Salvatore, Nostrale, Pace, Parente Nazzareno (64’ Zullo), Florio (70’ Mazzara), Annunziata, Capone, Russo Gianluca. In panchina: Diba, Mallardo, Orecchio, Burrelli, Mauriello. Allenatore: Nicola Facchino

VILLA LITERNO: Mormile, Bellusci, Esposito, Gottardo, Chianese, Guadagno, Parente Angelo (75’ Griffo), Russo Gianluca, Borrelli, Insigne (90’ Cerullo), Basso (86’ Castiglione). In panchina: Franzese, De Rosa, Diana, Veneziano. Allenatore: Pierfrancesco Ulivi

RETI: 11’ Annunziata (VG), 29’ Insigne su rig. (VL), 37’ Gottardo (VL)

ARBITRO: Armando Carpentiero della sezione di Avellino (assistenti: Paolo Roselli di Avellino e Gianluca Ceriello di Nola)

NOTE: Ammoniti: Nostrale, Salvatore (VG); Insigne, Griffo (VL). Espulso: Tomaciello all’81’ (VG). Angoli: 4-2. Fuorigioco: 1-1. Recupero: 2 nel primo tempo; nel secondo tempo. Spettatori: 200 con buona rappresentanza da Villa Literno