E’ un Caserta Futsal travolgente: cinquina a Bernalda e altro passo verso la salvezza



La festa a fine gara

Prezioso successo del Caserta Futsal che a Casagiove batte 5-1 il Bernalda nell’ottava giornata del campionato di serie B. Vittoria meritata per il quintetto di Ventimiglia che dimostra la propria superiorità per l’intero incontro. Partono bene i padroni di casa che dopo un minuto sfiorano il vantaggio con un tiro incrociato di D’Aniello che si perde di un soffio fuori. Il pressing alto mette in difficoltà i lucani che si rintanano provando con qualche ripartenza. Al quinto minuto lavagna prova a sfondare dalla sinistra, portiere superato ma Fusco salva sulla linea. Sono sempre i padroni di casa ad avere il pallino del gioco in mano ma a metà tempo Bellavier trasforma in gol un suggerimento di Da Costa. Il vantaggio ospite non cambia il canovaccio tattico dei casertani che riprendono a spingere e all’undicesimo Ruozzo per poco non trova il pari con una conclusione deviata in corner per questione di centimetri. I lucani provano a colpire di rimessa e al 12’ ci vuole tutta la bravura di Centore su Fusco che per poco non sigla lo 0-2. Capovolgimento di fronte e doppia chances prima per Canneva poi per D’Aniello ma l’estremo difensore Siletti si supera. A cinque esatti dall’intervallo altra prodezza del portiere ospite che in spaccata salva su Natale ormai pronto a festeggiare il pari. Appuntamento rinviato di sessanta secondi quando Lavagna riceve da Cardillo, tiro che passa tra una selva di gambe e finisce in fondo alla rete. Un gol che rianima il Pala New System e che ristabilisce la giusta parità. Occasionissima per il Bernalda a due minuti dalla prima sirena quando Da Costa a tu per tu con Centore si gira ma vede deviarsi la conclusione a botta sicura dal portiere. La beffa per i viaggianti è dietro l’angolo: con soli venti secondi da giocare Alessandro Palumbo indovina una traiettoria imparabile portando in vantaggio Caserta. 2-1 e risultato ribaltato.

L’esultanza di Cardillo

La ripresa si apre con un tiro di D’Aniello che per poco non finisce in rete e poi al quinto il capolavoro di Ruozzo. Il numero ventitrè trova un varco a sinistra, avanza e fa 3-1meritandosi la giusta dose di applausi. De Moraes opta per il portiere di movimento, mossa rischiosa e disperata allo stesso momento. E al nono Cardillo intercetta un pallone a metà campo si invola e dopo aver dribblato anche il diretto marcatore scrive il 4-1. Il tempo passa e ad eccezione delle conclusioni da fuori che non preoccupano Centore, i casertani controllano senza difficoltà. Solo al 33’ il sinistro di Da Costa per poco non sorprende il portiere che si salva con l’aiuto del palo. Alcune decisioni arbitrali scaldano gli animi e il pubblico sugli spalti. Il Pala New System diventa una bolgia ma Caserta inizia a sentire profumo di tre punti. Con cinque minuti ancora da giocare Caruso lascia i suoi in inferiorità numerica per fallo a centrocampo e successive proteste a dir poco animate. Caserta congela il pallone e tocca con mano la vittoria. Palumbo si divora il 5-1 ma Bernalda ormai non ne ha più. Palumbo trova il modo per farsi perdonare chiudendo il conto al 39’. Finisce con la festa rossoblù che inizia a vedere già il primo traguardo della salvezza. Con questo spirito ci sarà da divertirsi fino alla fine.