Il punto sull’EccellenzA dopo la 10^giornata: festa e fuga per il Savoia, tripletta casertana

Siamo arrivati ad un terzo del campionato, la decima giornata ha forse segnato il passo per le posizioni di testa, cambia l’ultima in classifica. Ventuno le reti realizzate in questa giornata, un solo pari, due vittorie interne e ben cinque successi fuori casa. Andiamo a fare il punto della situazione dividendo la classifica in tre tronconi.

Fuga. Nell’ultima gara di una lunga decima giornata, il Savoia può festeggiare con un rotondo 5-0 la prima e vera importante fuga di questo campionato. Al “Giraud” i biancoscudati passeggiano sulla Puteolana e volano a +5 a causa del doppio passo falso del Casoria e della Frattese. Il Casoria perde a sorpresa al “San Mauro” dopo più di 700 giorni contro il Monte di Procida, decide la rete di De Simone; la Frattese viene sconfitta nella ripresa al “Conte” di Mondragone grazie alla rete del giovane esterno Federico, volano i domitiani. I nerostellati sono raggiunti in terza piazza dall’Afragolese che supera in trasferta la Mariglianese con il punteggio di 2-1. L’ultima piazza di una classifica equilibratissima è occupata dalla Maddalonese di mister Giovanni Sannazzaro che vince senza patemi d’animo a Pimonte, il poker è firmato dalla doppietta dell’attaccante Monaco di Monaco con Cristiano e Franchini a completare il tabellino degli ospiti, per i padroni di casa Di Biase.

Metà. C’è la Maddalonese a quota 17 punti in zona play-off, ma a meno uno troviamo il Mondragone che compie il colpaccio di giornata battendo la Frattese, stagione finora positivissima per il collettivo granata. Rimane ferma a quota 15 la Puteolana 1902 travolta dalla forza propulsiva della capolista Savoia, risale la classifica con la terza vittoria consecutiva la Sessana che con il capocannoniere Grezio e con Bacio Terracino espugna il campo della Virtus Volla rimasta ferma a dodici punti. Quota quattordici per il San Giorgio che pareggia senza reti in casa del Giugliano di mister Mandragora, gialloblù ora con un punto di vantaggio sulla zona play-out. Ma il campionato per queste squadre è in bilico, basta una serie di risultati positivi o negativi per cambiare la stagione.

Zona rossa. Clamoroso tonfo interno del Barano che perde nel derby tutto ischitano in rimonta contro un Real Forio che trova la prima vittoria stagionale ed abbandona l’ultima posizione in classifica, Conte e Castagna mandano letteralmente in paradiso i biancoverdi. A quota dieci punti troviamo anche il Monte di Procida che espugna il “San Mauro”, più due sulla Mariglianese sconfitta in casa dall’Afragolese. La nuova ultima in classifica è il Pimonte, arriva la sonora sconfitta interna contro la Maddalonese, rischiano ora gli uomini di mister Durazzo.