Il vice presidente Giuseppe Della Volpe:”Questa dovrà essere la stagione del riscatto per il Villa di Briano”

Giuseppe Della Volpe, vice presidente del Villa di Briano

Tra riconferme, nuovi acquisti, cessioni e assetto societario procede a vele spiegate il lavoro del Villa di Briano in vista della prossima stagione. Il club ha in buona parte riconfermato la rosa dello scorso anno con in testa mister Crescenzo Laiso e continua a lavorare per rinforzare l’ organico e puntellare la rosa lì dove serve. Ai nostri microfoni è intervenuto il Vice presidente della società Brianese Giuseppe della Volpe che fa il punto della situazione:

-Il Villa di Briano riparte dopo la scorsa stagione in cui ha disputato un buon campionato arrivando al 5^ posto in classifica e raggiungendo così i play-off, non disputati poi a causa di una serie di vicende accadute contro l’ Interpianurese. Qual è il vostro obiettivo per quest’ anno?

“Ciò che è accaduto nel campionato scorso ormai fa parte del passato. Sicuramente ci sono state delle situazioni che non ci garantivano quella tranquillità e sicurezza per disputare quella partita ed il presidente, da persona responsabile che garantisce per l’ incolumità di tutti noi, ha preferito non farci andare a Pianura. Non è la prima volta purtroppo che ci troviamo di fronte a situazioni del genere visto che un episodio analogo successe anche due anni fa per una partita di Supercoppa a causa di un regolamento sbagliato, cosa ammessa anche dallo stesso presidente Trombetta, ed anche li non di furono le condizioni per disputare la gara. L’ obiettivo di quest’ anno è quello di migliorare la 5^ posizione visto che per buona parte del campionato scorso siamo stati tra le prime tre squadre del girone. Nelle ultime partite siamo calati di rendimento rischiando anche di non centrare i play-off e quest’ anno vogliamo sicuramente migliorarci per arrivare sul podio”. 

-La società ha annunciato alcuni cambi al vertice con l’ organigramma leggermente modificato. Ci spiega il nuovo assetto societario?

“Questo è il terzo anno dell’avvento di Flavio Cristiano e per i primi due anni il presidente è stato lui. Quest’anno visti i tanti impegni che lui ha per lavoro per far si che la squadra fosse seguita più da vicino la presidenza è passata a Mario Coronella con Cristiano patron del club, mentre io ricoprirò il ruolo di vice presidente. Prossimamente sveleremo anche gli altri incarichi”.

-La prossima stagione ripartirete da mister Crescenzo Laiso in panchina, segno che la società vuole dare continuità al progetto tecnico…

“Io credo che dopo le vicende dello scorso anno sia stato doveroso da parte della società ed in primis da parte mia, prendendomene la responsabilità, di riconfermare tutti. Poi che qualcuno non ripartirà con noi è una scelta sua e non del club. Credo che dopo quanto successo l’anno scorso questa debba essere una stagione di riscatto per dimostrare che non eravamo quelli della passata stagione, quindi invito qualcuno che ci sta ancora pensando a valutare bene la cosa anche se non vogliamo trattenere nessuno contro la propria volontà. Io penso che quando le cose non vanno bene la cosa più facile sia quella di scappare e chi scappa quest’ anno o ha paura o non ha voglia di riscatto”.

-Dopo le riconferme della scorsa stagione quali sono gli altri obiettivi di mercato della società?

“Stiamo lavorando per puntellare la rosa nei vari reparti. Ci siamo già incontrati con alcuni calciatori ma visto il periodo di vacanza aspettiamo ancora un pò per gli annunci. In linea di massima mi fido di ciò che mi hanno detto quando ci siamo visti anche se questi sono periodi un pò particolari per il mercato. Aspettiamo passino questi giorni e poi annunceremo i primi colpi di mercato”.

-Vuole lanciare un appello alla città ed agli sportivi Brianesi per invitarli a sostenere il progetto Villa di Briano?

“Il Villa di Briano è una realtà presente sul territorio da diversi anni. Questo è il terzo anno con alla guida del club Flavio Cristiano e approfitto dell’ occasione per ringraziare anche il vecchio presidente Angelo Vitale. Purtroppo non possiamo ancora giocare sul nostro campo per una serie di motivi. Questo è la terza stagione in cui andremo a giocare fuori , penso di nuovo a San Marcellino anche se dobbiamo ancora attendere per l’ ufficialità. Villa di Briano e San Marcellino sono distanti pochi chilometri, non è lontanissimo e quindi i tifosi e gli appassionati possono tranquillamente seguire la squadra. Noi portiamo avanti il nome di Villa di Briano, non un altro nome, e se facciamo bene è sempre il paese di Villa di Briano che va avanti”.