L’Albanova espugna il “Progreditur” di Marcianise: vano l’assalto nella ripresa della Real Maceratese



‘infortunio di Giovanni Romano dell’Albanova (foto SportCasertano.it)

MARCIANISE – La Real Maceratese paga a caro prezzo un’ingenuità nella prima frazione e soccombe al cospetto dell’Albanova. Non basta ai biancoazzurri del presidente Andrea Guida e del vicepresidente Giuseppe Iannotta una prestazione positiva, con una strategia di gioco, improntata su una bella ragnatela di fraseggi bassi, che non viene concretizzata in alcun goal. Ben più cinica l’Albanova che, dopo aver sfiorato la rete in tre occasioni, chiude il primo tempo in vantaggio grazie al sigillo dell’infallibile Liccardi. Nella ripresa i padroni di casa di Giuseppe Cicala vanno all’assalto dell’area ospite ma la retroguardia di Luigi Sanchez neutralizza ogni occasione. Al “Progreditur” di Marcianise termina col punteggio di 0-1: a fine partita è enorme la rabbia della dirigenza maceratese, arrabbiata con l’arbitro per diverse decisioni arbitrali abbastanza dubbie. Da registrare l’infortunio alla caviglia, occorso al giocatore dell’Albanova Giovanni Romano: tutta la Real Maceratese si augura che possa ritornare a calcare il campo di calcio quanto prima.

PRIMO TEMPO. Le due squadre scendono in campo dopo lo slittamento della settimana scorsa, imposto dal Comitato Regionale Campania per gelo. Dopo i primi minuti di studio, l’Albanova si divora il vantaggio al 12’. Brancaccio pesca sul secondo palo Guglielmo che calcia a botta sicura ma clamorosamente spara oltre la traversa (12’). Segue il tiro di Romano che termina fuori (14’). La Real Maceratese gioca un discreto calcio, con un giro palla che è bello a vedersi, ma in diverse occasioni, ben sei nel primo tempo, viene frenata dall’assistente che alza la bandierina ogniqualvolta Riccio e Capobianco si proiettano in avanti sui lanci di Castiglione. Abbastanza dubbio l’intervento arbitrale al 22’, quando Riccio approfitta del liscio di De Fenza e s’invola verso la porta: gli sbarra la strada il signor Mangiacapra di Caserta che condanna la sua posizione di off-side e produce le veementi proteste dei padroni di casa. Gli ospiti del presidente Giuseppe si riportano avanti e sfiorano la rete ancora al 24’. Sugli sviluppi del corner di Brancaccio, svetta a centro area Miraglia che stacca di testa. Sospiro di sollievo per Mormile & soci, con la palla che manca il bersaglio grosso di pochi centimetri (24’). Intorno alla mezz’ora sale in cattedra Liccardi. L’ex goleador della Boys Caivanese e della Rinascita U.S. Vico calcia alto da buona posizione (29’). Tre minuti dopo lo stesso Liccardi conferma di essere un avvoltoio rapace dell’area di rigore. Trovatosi al posto giusto ed al momento giusto, sfrutta l’errore di Forro e da due passi scaraventa la palla in rete, siglando la sua decima rete in campionato. La replica biancoazzurra non attende ad arrivare. Uscita avventata di Della Gatta sul calcio piazzato di Castiglione, Celio colpisce di testa a porta sguarnita ma Sacco arriva giusto in tempo per salvare sulla linea (40’). L’Albanova gode di una fisicità maggiore, così in ogni occasione di calcio d’angolo spaventa i biancoazzurri del dg Modesto Giraldi e del ds Salvatore De Cesare Questo è ciò che avviene poco prima della conclusione della prima frazione; Brancaccio pennella per Sacco in due circostanze: prima la palla termina tra le braccia di Mormile (42’), poi finisce a lato (44’). La prima frazione si conclude con il tentativo di Capobianco che Della Gatta neutralizza. Si va negli spogliatoi per un tè caldo sul punteggio di 0-1.



SECONDO TEMPO. Strigliata all’intervallo di Cicala centimetro la alla squadra ed i maceratesi entrano con maggiore determinazione nella ripresa. Solo per qualche centimetro il tirocross dai trenta metri di Castiglione non beffa Della Gatta che rischia grosso (49’). Va al tiro ancora Liccardi: palla alta (56’). La partita vive il suo momento più delicato al 70’. Sul corner di Castiglione, Brancaccio liscia la palla e Della Gatta salva come può: si crea un capannello a centro area ed arrivano le conclusioni murate di Riccio e Lauritano. Appena la palla esce fuori, tutti urlano a gran voce perché il numero 7 Romano è a terra dolorante per un infortunio alla caviglia. Grida da parte di molti atleti dell’Albanova per avvisare il pubblico affinché l’ambulanza avvenga quanto prima l’ambulanza. Nell’attesa il medico sociale ospite effettua il primo soccorso con le manovre mediche alla caviglia ma questo scatena le urla lancinanti di dolore che riecheggiano nel silenzio del Progreditur di Marcianise. Mentre il ragazzo viene trasportato sull’ambulanza, la Real Maceratese ha due chance per pareggiare. In entrambi i casi i tentativi di Riccio vengono sventati dalla difesa ospite (77’). Sul più bello viene, invece, fermato Setola che dribbla il proprio marcatore ma, prima del tiro, Sacco spazza in corner. E’ assalto all’area ospite da parte dei maceratesi che hanno la chance più ghiotta all’89’. Azione travolgente locale e la palla arriva sui piedi di Celio che conclude di potenza: De Fenza allarga la gamba destra e scongiura il pericolo. A causa dell’infortunio di Romano (a cui auguriamo una veloce guarigione), l’arbitro assegna otto minuti di recupero. In questo periodo, arrivano le espulsioni di Forro e Germoglio. Con la Real Maceratese sbilanciata in avanti, gli ospiti cercano di raddoppiare in contropiede ma è provvidenziale al 97’ l’intervento di De Cesare. Gli ultimi assalti del team biancoazzurro sono vani, così l’Albanova del dg Giuseppe Vitale trionfa col punteggio di 0-1 e dedica la vittoria a Romano.

Tabellino: REAL MACERATESE-ALBANOVA = 0-1 (parziali: 0-1; 0-0)

REAL MACERATESE: Mormile, De Cesare, Di Ronza, Castiglione, Forro, Legnante (45’ Lauritano), Riccio, Setola, Capobianco, Frattulillo Kostantin (66’ Fimiani), Celio. In panchina: Esposito, Micalizzi, Scauzillo, Stanzione, Merola. Allenatore: Giuseppe Cicala

ALBANOVA: Della Gatta, Miraglia, D’Aniello, Guglielmo, Sacco, De Fenza, Romano (73’ Traorè), Germoglio, Di Pietro, Brancaccio (96’ Castaldi), Liccardi (91’ Iannotti). In panchina: Speranza, D’Ambra, Diana, Puca. Allenatore: Luigi Sanchez

RETE: 32’ Liccardi (A)

ARBITRO: Giuseppe Cetrancolo della sezione di Frattamaggiore (assistenti Sergio Iazzetta di Frattamaggiore e Luigi Mangiacapra di Caserta)

NOTE: Ammoniti: Capobianco, Celio, Lauritano (H); Romano, Guglielmo (A). Espulsi: Forro (R); Germoglio (A). Angoli: 6-4. Fuorigioco: 8-1. Recupero: 1 nel primo tempo; 8 nel secondo tempo. Partita disputata con l’obbligo delle porte chiuse

DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA A.S.D. REAL MACERATESE