Governucci incita la tifoseria: “Campagna abbonamenti da record. Già superata l’era Natale, invito i sammaritani a fare un ulteriore sforzo per il Gladiator”

Il presidente De Felice col ds Governucci
Il presidente De Felice col ds Governucci (foto Mario Fantaccione)

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Nel giorno del debutto ufficiale del Gladiator in Serie D a Lamezia Terme contro il Sersale, la campagna abbonamenti si appresta ad entrare nel rush finale. Gli enormi sforzi compiuti dalla triade De Felice-Morico-D’Anna hanno permesso di far risorgere il blasonato sodalizio neroazzurro, riportandolo in Serie D dopo alcuni anni di decadenza. Sacrifici che sono stati apprezzati dal pubblico sammaritano che sta ricambiando in massa con l’acquisto degli abbonamenti. Già da qualche giorno circola voce che gli abbonamenti abbiano superato quota 100.

ABBONAMENTI DA RECORD. Un traguardo importante che soddisfa il direttore sportivo Antonio Governucci: “Il numero preciso non lo so, però di sicuro abbiamo superato il record di tutti i tempi. La soglia di 80 abbonamenti fatti nell’epoca Natale è stata sorpassata. Per la società è un motivo di grande orgoglio, ma allo stesso tempo faccio un appello a tutti coloro che non hanno compiuto ancora questo passo. I tifosi sammaritani devono essere il dodicesimo uomo in campo. Ci sono ancora tre giorni per far sentire il proprio calore. La tifoseria deve diventare la cornice di un quadro che deve essere ancora definito ed abbellito. E’ questo il minimo sforzo che può fare un sammaritano per ricambiare i grandi sacrifici fatti dalla società”.

TRASFERTA INSIDIOSA. Oggi pomeriggio alle 15.30, i neroazzurri del tecnico Luigi Squillante sono ospiti del Sersale al “Guido D’Ippolito” di Lamezia Terme. Per l’esperto direttore sportivo è una gara da non sottovalutare: “Partita difficilissima dove si possono trovare molte insidie. Loro sono sulle ali dell’entusiasmo, per aver dominato l’Eccellenza calabra e per disputare la Serie D per la prima volta nella loro storia. Dal canto nostro noi siamo pronti. Sappiamo delle difficoltà che ci sono in quel di Lamezia, fa ancora molto caldo e siamo costretti a fare meno di atleti importanti ma cacceremo le unghie”.

IL RITORNO. Per Governucci, come per Squillante, la partita odierna sancisce il ritorno in partite ufficiali dopo la fine dell’esperienza nell’epoca Luce: “Sono molto emozionato. A me non sembra vero che stiamo per partire. Tre anni fa terminammo con una stagione encomiabile ed ora vogliamo come minimo eguagliarla. Quest’estate, da parte del nuovo corso targato De Felice-Morico-D’Anna, è stato fatto un grande lavoro che è sotto gli occhi di tutti. Mi auguro che tanta gente che ci sostenga e ci stia vicina. Tutta l’emozione ce la faremo scrollare al fischio d’inizio, sperando di ottenere tre punti fondamentali per un prosieguo difficile. In Calabria troveremo un ambiente caloroso, ma una vittoria sarebbe l’ideale così da portare tanta gente nell’esordio casalingo con la Sarnese”.