VIGILIA DI SERSALE-GLADIATOR. Squillante mischia le carte per il debutto. Diverse soluzioni provate nella rifinitura

La rifinitura del Gladiator all'Antonio Leggiero di Casapulla (foto SportCasertano.it)
La rifinitura del Gladiator all’Antonio Leggiero di Casapulla (foto SportCasertano.it)

CASAPULLA – Rifinitura mattutina all’Antonio Leggiero di Casapulla per il Gladiator. Sotto il caldo cocente della mattinata dei primi di settembre, Luigi Squillante prova la formazione che domani pomeriggio, sabato 3 settembre, si opporrà al Sersale, nel match in programma alle 15.30 al “Guido D’Ippolito” di Lamezia Terme. Presenti alla seduta venti atleti, tra cui anche gli ultimi tre acquisti Patella, Falivene e Gabbiano. Dopo lo stop di ieri, Leone e Del Sorbo sono tornati tranquillamente a lavoro, mentre sono rimasti in infermeria Maraucci, Lagnena e Mangiapia. Ha svolto lavoro differenziato Motta che sta recuperando dall’infortunio al ginocchio che lo ha costretto a dare forfait per l’intera stagione scorsa. Dopo l’intensa fase di riscaldamento, il trainer di Sarno schiera diverse formazioni, utilizzando i tanti uomini che ha a disposizione. Per la prima stagionale, l’ex allenatore di Battipagliese ed Herculaneum dovrebbe propendere per il classico 4-3-3, ma non è detto che venga schierato un modulo diverso, più accorto.

LA PROBABILE FORMAZIONE. Diverse sono le soluzioni provate per quanto riguarda i calciatori. In porta si giocano il posto i due classe ’97 Zeoli e Patella, con l’ex Progreditur Marcianise in vantaggio. Al centro della difesa Leone al fianco di Manzi, mentre sulle fasce laterali basse Odierna a destra ed il talentuoso classe ’98 Donnarumma a sinistra. In cabina di regia il metronomo Gatta che verrà affiancato dal ’97 Brogna e Fontanarosa, in vantaggio su D’Anna. In attacco Del Sorbo sarà il “regista offensivo” come ama dire Squillante, al suo fianco la promessa classe ’96 De Carolis e, molto probabilmente, l’atleta più in forma del pre-campionato, quel Tedesco che ha siglato il maggior numero di reti nelle amichevoli estive. Diverse le prove che sono state fatte con Marzullo, Criniti e De Falco, ma con ogni probabilità l’ex Rimini e Sant’Antonio Abate dovrebbe essere preferito agli altri compagni di squadra. E proprio in base alla posizione di Tedesco, si intuisce se sarà 4-3-3 o 4-4-2, perché i suoi movimenti consentono di stravolgere il “mantra squintalliano” dall’inizio od in corso d’opera. Riflessioni che barcameneranno nella mente di Squillante fino a domani mattina, quando verranno scelti gli undici che partiranno dall’inizio a Lamezia Terme.