Vis Carano, pari contro la scuola calcio Pasquale Foggia e rammarico per le scelte arbitrali

I padroni di casa recriminano per un mancato rigore ed un rigore non assegnato nel finale

Giovanissimi Vis Carano
Giovanissimi Vis Carano

Al ‘F.lli Falco’ di Carano, finisce in parità il big-match di giornata del campionato regionale Giovanissimi fascia A girone C, tra i padroni di casa e i pari età della scuola calcio Pasquale Foggia. La Vis Carano si deve accontentare del pari a causa della scarsa incisività dei ragazzi negli ultimi venti metri e per due sviste clamorose del direttore di gara.
Occorreva una grande prestazione e così è stato. I ragazzi, nonostante le diverse assenze, sono scesi in campo con determinazione e la giusta grinta, aggredendo gli avversari sin dai primi minuti di gara, pressando alti e compatti, tenendo sempre il pallino del gioco.
Dopo diverse occasioni vanificate per un soffio, arrivava il meritato vantaggio di Gagliardo, bravo a sfruttare al meglio un lancio millimetrico del portiere Popolo. Al trentesimo del primo tempo rigore negato ai padroni di casa: sul cross di Perretta la palla veniva deviata in angolo con un braccio da un avversario ma l’arbitro ha giudicato il tutto involontario.
Nel secondo tempo dopo un’occasione divorata dall’onnipresente Gagliardo, arrivava il pareggio ospite.
I locali accusano il colpo senza mollare però; non si fa attendere la reazione, con i gialloblù che arrivano al tiro in diverse occasioni difettando nella mira. Ad un minuto dallo scadere del secondo tempo regolamentare, ennesimo episodio dubbio e molto contestato: cross di Verrengia, Rea scaglia la palla in rete ma l’arbitro annulla per un fuorigioco alquanto dubbio. A fine partita arriva lo sfogo di mister Rando: “Ancora una volta si subisce in silenzio. Forse hanno ragione i ragazzi e non noi istruttori ed educatori– afferma mister Rando- perché anche loro vogliono gioire dopo una bella prestazione e non essere sempre penalizzati da arbitri insufficienti e non all’altezza.”