Scherma: tutto pronto a Caserta per la Coppa Europa di spada femminile



gruppoLa Coppa Europa di spada femminile, per il terzo anno consecutivo a Caserta in un radicamento territoriale ormai consolidato, sarà protagonista nel prossimo week end al Palazzetto dello Sport di viale Medaglie d’Oro. Sarà un significativo momento agonistico e promozionale per la scherma, visto che saranno dieci le squadre, in lizza per l’importante trofeo, appartenenti ad altrettante nazioni continentali che schierano campionesse olimpiche, mondiali, europee, insomma il top di questa spettacolare arma: Moskow Fencing Club (Russia), Levallois Club d’escrime (Francia), Steaua Bucarest (Romania), Valladolid Club d’esgrima (Spagna), G.S. Esercito, A.S. Pro Vercelli, G.S. Aeronautica (Italia),  Linköpings Fäktklubb (Svezia), Harrogate Fencing Club (Inghilterra), Societé d’Escrime de Bâle (Svizzera) e Heidenheimer Sportbund (Germania).

L’inizio delle gare che è previsto alle 9 di sabato 5 marzo, sarà preceduto da un breve concerto della fanfara della brigata “Garibaldi”, mentre la finale è programmata per le 15 del pomeriggio.



L’evento, in programma il 4 e 5 marzo, è stato presentato in una location eccezionale, la sala d’onore del Centro Orafo Tarì, messo a disposizione dal presidente Vincenzo Giannotti, sponsor della manifestazione per la quale è stata coniata dal giovane allievo della Scuola di Design Antonio Rea uno splendido medaglione nelle varie versioni in oro, argento e bronzo.

relatoriIl presidente Giannotti ha evidenziato, nel suo intervento, l’interesse del Tarì, sicuramente una eccellenza del territorio, a fiancheggiare un’altra eccellenza del territorio, appunto quella dello sport, che con i suoi successi promuove l’immagine vincente di Terra di Lavoro. Analoghi concetti sono stati sottolineati dal delegato Coni Michele De Simone, tra i primi ad affiancare il Gruppo Schermistico Giannone, nel dirottare da Napoli a Caserta il tradizionale appuntamento schermistico; e sempre in tema di eccellenze il massimo dirigente sportivo, nel rivolgersi al comandante della Brigata Garibaldi, generale Claudio Minghetti, sempre vicino alle iniziative culturali e sportive, ha ricordato come la presenza militare a Caserta, in particolare quella dei bersaglieri, rappresenti una ulteriore eccellenza del territorio.  E’ stata quindi la volta di Matteo Autuori, vicepresidente regionale del Coni e presidente regionale della Federscherma, che ha rilevato come Caserta sia diventato l'”epicentro” dei grandi eventi del settore, ricordando oltre alla prestigiosa Coppa Europa anche il Gran Prix giovanile in programma a metà marzo con la partecipazione di circa 1000 atleti provenienti da tutta Italia.

Hanno fatto seguito gli interventi degli organizzatori della Coppa Europa e cioè il presidente del Gruppo Sportivo Giannone Giustino De Sire (“la nostra società  ha 55 anni ed è tra le veterane della provincia di Caserta sia per storia che per risultati”) e il consigliere nazionale della Federscherma Gigi Campofreda (“lavoriamo attraverso lo sport per il territorio e gli eventi che promuoviamo servino anche a rafforzare l’immagine di Terra di Lavoro dal punto di vista delle capacità ricettive e di ospitalità, contribuendo così anche a migliorare gli effetti economici derivati al turismo attraverso i grandi eventi sportivi”. Ha concluso la serie di interventi l’olimpionico Sandro Cuomo, peraltro commissario tecnico della nazionale femminile di spada, che ha fatto la storia della Coppa Europa, ricordando come la scelta di Caserta sia stata apprezzata a livello internazionale per l’efficienza organizzativa e la inimitabile ospitalità.

Ha concluso il presidente del Tarì Vincenzo Giannotti che, nel ricordare come quest’anno capiti il ventennale della fondazione del Centro Orafo, avvenuta nel 1996, ha presentato le caratteristiche delle splendide medaglie che premieranno le squadre meglio classificate e che rappresenteranno il segno distintivo della Coppa Europa a Caserta anche per le future edizioni.

Al riuscito ed affollato incontro hanno preso parte, oltre al Comandante della Brigata Garibaldi gen. Claudio Minghetti ed all’atleta del Centro Sportivo Esercito Irene Di Transo l’anno scorso vittoriosa in Coppa Europa, il vicepresidente del Panathlon Bruno Giannico, i dirigenti del Coni Geppino Bonacci e Giuliano Petrungaro, la vicepresidente regionale Federscherma Monica Di Giacomantonio, numerosi maestri federali, ex atleti, tutti accolti dalla responsabile pubbliche relazioni del Tarì Floriana Marino e da Carlo Maurino.