Vis Capua, Aglione: “Siamo bersagliati dalla sfortuna. Il caso Gheremedin ne è l’emblema. Corbo?….

Il ds Aglione
Il ds Aglione

CAPUA – La Vis Capua è alla ricerca della svolta. Con la risoluzione consensuale del rapporto di collaborazione con Carlo Corbo e l’investitura di Alfredo Aglione come allenatore oltre che direttore sportivo (CLICCA QUI PER LEGGERE), la società giallorossa ha voluto imprimere quella scossa al gruppo nel momento topico della stagione. Alla fine del campionato mancano otto giornate, per cui da parte dell’intero ambiente capuano c’è la speranza che possa essere cullato il sogno salvezza.

L’INVESTITURA. Per le ultime restanti gare ricoprirà il doppio ruolo di allenatore e direttore sportivo Alfredo Aglione che, ai nostri microfoni, spiega la scelta fatta dalla sua dirigenza: “Quando termina un rapporto, dispiace sempre perché Carlo (Corbo ndr) è una bravissima persona oltre che un grande allenatore. Si è deciso per la risoluzione consensuale e per la successiva mia investitura, che non mi può far altro che piacere. Una scelta dettata dalla conoscenza della rosa, che io stesso ho allestito in questi mesi e che invece avrebbe potuto far perdere troppo tempo ad un eventuale nuovo allenatore. A ciò si aggiungono i problemi economici, perciò la società ha ritenuto opportuno di risparmiare qualcosa e puntare su una soluzione interna”.

LA MALASORTE. Posizionata al penultimo posto della classifica, la Vis Capua necessita di un’impresa per conquistare la permanenza in Promozione. Il ds Aglione se la prende con la malasorte che, mai come quest’anno, sta attanagliando la sua squadra: “Siamo il bersaglio preferito della malasorte. Da inizio stagione non so quanti infortunati e squalificati abbiamo avuto. Nello scontro diretto contro il Real Poggio De Marinis abbiamo dovuto fare a meno di Sorgente, Fabozzi, Vinciguerra, Monaco, Pergamo ed incredibilmente anche di Gheremedin. Il nostro goleador sarebbe dovuto tornare in campo, grazie all’accoglimento parziale del ricorso (gli è stata tolta una della cinque giornate di squalifica), ma già da venerdì sera non è stato presente alla rifinitura, poiché è stato colto da una bronchite. L’ennesimo episodio a noi sfavorevole che ci ha privato della nostra bocca di fuoco, autore di quattordici goal fino ad ora, nell’importante incontro di Poggiomarino. Ma allo stesso tempo siamo contenti per l’esordio in prima squadra del classe ’99 Costanzo, autore di una bella prova nell’ultimo quarto d’ora”.