Il punto sull’Eccellenza dopo la 19^: tre vittorie ed un pareggio per le casertane



Herculaneum-MondragoneLa diciannovesima giornata del girone A di Eccellenza arride particolarmente alle compagini casertane: tre vittorie e un pareggio per le formazioni di ‘Terra di Lavoro’ e importanti risvolti in classifica.

Herculaneum famelica. Con la vittoria di Procida la capolista sale a quota 51 punti in 19 giornate con 16 vittorie e 3 pareggi. Unica squadra imbattuta del campionato e un vantaggio di 12 punti sulla seconda forza del torneo. Ormai è solo questione di tempo ma i granata sono già virtualmente in serie D. Una marcia inarrestabile quella del team di mister Squillante. Chapeau.



Scatto aurunco. Tra le squadre coinvolte nella lotta playoff, l’unica a vincere è la Sessana di mister Sanchez che regola con un poker nella ripresa la Sibilla e supera il Savoia, sconfitto di misura a Casalnuovo. Perde ancora il Portici di mister Borrelli che sta vivendo davvero un momento difficile: trasferta amara sull’isola di Ischia per gli azzurri e sconfitta di misura che riduce ora ad una sola lunghezza il vantaggio sulla quarta in classifica, ovvero i gialloblù aurunci. Termina a reti bianche la sfida playoff del ‘Paudice’ tra il San Giorgio e la Boys Caivanese. I giallo verdi di mister Amorosetti non hanno mai perso dall’avvento dell’ex tecnico di Virtus Carano e Quarto e hanno adesso un vantaggio di 5 punti sulla terza. I granata di San Giorgio a Cremano accorciano a meno uno dall’ultimo posto per la post season, occupato attualmente dal Savoia che sembra in una crisi di identità senza fine. Dietro di loro vincono Mondragone e Real Forio che si allontanano dalla zona calda e provano a ritagliarsi un ruolo da outsider.

Zona rossa. Nella parte bassa della classifica ottima vittoria dell’Hermes Casagiove che supera con un poker il fanalino di coda Arzanese e si rilancia verso la zona salvezza approfittando del turno negativo per quasi tutte le dirette concorrenti, ad eccezione del Casalnuovo che però navigava già in acque più tranquille. Solo un pareggio per il Gladiator che si fa rimontare a 10’ dalla fine dallo Stasia Soccer penultimo in classifica e resta in una posizione pericolosa. Restano al palo Isola di Procida, Sibilla Soccer e Virtus Volla sconfitte rispettivamente da Herculaneum, Sessana e Mondragone. Nella zona playout la classifica è molto corta, fatta eccezione per Arzanese e Stasia Soccer, e una vittoria può rilanciare qualsiasi compagine allo stesso modo in cui ogni sconfitta può risucchiare chiunque nelle sabbie mobili delle bassa classifica.