Volturno, il disappunto di Napolitano: “Ci teniamo stretti la vittoria, ma…”

Il Volturno durante un time out nella gara con la Coser (foto: sportcasertano.it)
Il Volturno durante un time out nella gara con la Coser (foto: sportcasertano.it)

Il Volturno vince ma non convince e nonostante il terzo successo consecutivo che vale il secondo posto solitario in classifica a -1 dal Racing Roma (che ha battuto proprio le sammaritane all’esordio), coach Napolitano fa notare dei piccoli campanelli d’allarme. La quarta giornata di A2 femminile di pallanuoto, girone Sud, ha visto il Volturno battere la Cosernuoto 6-2, ma la prestazione non ha soddisfatto nessuno: né il pubblico né le atlete in vasca e men che meno lo staff tecnico gialloverde. Infatti, per le ‘spartane’ niente riposo del lunedì, ma allenamento. Una sorta di punizione, ma il tecnico la vede in un altro modo: “E’ un modo per compattarci e far capire che si deve essere concentrati in acqua”. Tornando alla gara di ieri, il coach, apparso visibilmente contrariato durante il match, commenta: “La partita non mi è piaciuta. Credo sia la peggiore gara disputata dal Volturno dai tempi della retrocessione in B. Non c’è stato gioco e le ragazze sono state poco attente e sciupone. Ho dovuto ripetere gli stessi concetti sulla fase difensiva dalla prima azione all’ultima e non va bene. Abbiamo consentito più volte la palla del 4-2 alle nostre avversarie e lì la partita si sarebbe messa su un brutto binario per noi, ne sono sicuro. Il potenziale questo gruppo ce l’ha, ma deve anche farlo venir fuori ed essere più costante nel rendimento. La vittoria, però, ce la teniamo stretta perché è importante non perdere terreno in classifica”, conclude il coach. Intanto, in casa Volturno si pensa già allo scontro di Scampìa di domenica prossima contro l’Acquachiara, uscita indenne da Roma, con un pareggio per 8-8 contro il Racing che vale oro e vale ancora l’imbattibilità in campionato. Sarà un derby spettacolare, questo è sicuro, data la posta in palio e i rapporti di forza da definire già da ora in vista di un piazzamento nei play-off, senza contare i precedenti che hanno sempre offerto partite ricche di gol e perché no anche di polemiche.