Corpora atomica: terzo successo di fila

La Corpora in azione
La Corpora in azione

Una Corpora immensa infiamma il PalaJacazzi con una prestazione stratosferica. Il 3-0 al Soverato vale un posto nell’Olimpo della serie A2, con la ragazze di Della Volpe ormai a un soffio dalle primissime posizioni della graduatoria. Il successo sulla quotata formazione calabrese è il quinto stagionale, terzo consecutivo e terzo davanti al proprio pubblico. L’affermazione delle aversane, meritatissima, è figlia di una prestazione sontuosa: un mix di agonismo, sapienza tattica e colpi spettacolari, più che graditi ai 500 spettatori assiepati sugli spalti del palazzetto normanno.

La cronaca: coach Della Volpe comincia con Drozina al palleggio, in diagonale con Marina Cvetanovic. Di mano Melissa Donà e la magiara Bernadette Dekani; al centro il duo Lapi-Nardini, Minervini libero. Soverato risponde con la ceca Smutnie in regia, Veronica Minati opposto, le prolifiche Travaglini e Frigo al centro con Roani e Aluigi di mano; libero la piemontese Sara Paris.

Si comincia con un mini-break per le calabresi, che murano qualunque cosa e volano 8-4 con Roani, con Della Volpe che si gioca il primo time-out. Frigo firma il massimo vantaggio (6-11), ma sul turno in battuta di Drozina Dekani ricuce il gap (10-11). Cvetanovic sigla il pareggio di furbizia (13-13) e il sorpasso con un ace (15-14). Le bianco-blu, dopo aver messo la freccia, ingranano la quinta con un altro ace di Donà (18-15). Il solco viene colmato: un muro di Travaglini porta a -1 le ospiti (22-21), che arrivano a giocarsi il primo set point grazie a Minati (23-24). Il decimo punto di Cvetanovic trascina il parziale ai vantaggi (24-24). Dekani da seconda linea regala la prima palla-set, subito capitalizzata: si cambia campo 1-0 per le padroni di casa.

Un attacco della Corpora
Un attacco della Corpora

Secondo set a starting player invariati: Dekani va in doppia cifra firmando il primo break del parziale (7-4). Chiara Lapi è ispiratissima e contribuisce a mantenere il mini-vantaggio (13-10), che Laura Frigo riduce di potenza (13-12). Minati pareggia il conto (14-14), ma sarà l’unico aggancio del set. Aversa riparte più feroce di prima: un doppio Nardini vale il 18-14, secondo e decisivo strappo della seconda partita, chiusa ancora una volta da una strepitosa Dekani (25-19). Il terzo set sembra la prosecuzione del finale del parziale precedente: Corpora con percentuali altissime in attacco e grande varietà di soluzioni. Lapi firma il 7-3 e Aversa amministra il piccolo bottino fino al muro di Roani (11-9), che ridà fiato a una Soverato mai doma. Il punto numero 20 di Cvetanovic coincide col tempo tecnico (12-9). Burduja e Frigo portano le ospiti a -1 (13-12), ma una spettacolare Lapi risponde presente (14-12). Una Nardini monumentale sigla il 18-14. Sempre dal centro arriva l’ultimo tentativo di rimonta di Soverato (Travaglini 19-17), ma le bianco-blu scappano di nuovo (21-17). Dekani (23-19) e un errore delle ospiti regalano 5 match-point alle aversane: il secondo è quello buono e il set finisce 25-20.

Il prossimo turno (nona giornata) prevede il giro di riposo per la Corpora Aversa, che potrà rifiatare prima del turno di Santo Stefano, quando al PalaJacazzi (ore 18.00) scenderà in campo la Volalto Caserta per l’unico derby campano della serie A2.