Turris, Vitaglione parla dell’Hermes Casagiove: “Squadra tosta, di categoria”

Domani pomeriggio la sfida è in programma al "Comunale" di Curti

Francesco Vitaglione, nuovo ds della Turris
Francesco Vitaglione, nuovo ds della Turris

La corazzata corallina corre come un treno, impegnata al massimo sul doppio obiettivo campionato e coppa. Nell’ultimo turno di campionato la truppa di mister Santosuosso ha sciorinato un calcio redditizio che ha trovato il gradevole riscontro dei circa mille presenti. Torre è piazza esigente che sa riconoscere in chi suda la maglia il nuovo idolo da osannare. In settimana il capitano Vittorio De Carlo ha avuto un grave lutto familiare con la perdita della cara nonna, tutti si sono stretti intorno al mitico capitano corallino. Prima dell’inizio della gara contro gli isolani lo stesso capitano DeCarlo e vicecapitano Ciro Manzo hanno donato un mazzo di fiori alla vedova Tarantino, storico tifoso biancorosso scomparso recentemente. Il girone A di eccellenza è diventato incandescente come non mai con tante belle piazze come Sessana, San Marco Trotti e Volla pronte a dar filo da torcere al team del presidente Giugliano fino alla fine. Il direttore sportivo della Turris Francesco Vitaglione analizza le prime due giornate di campionato: ”Giudizio molto positivo.La squadra si è espressa bene contro due squadre che alla lunga sarà difficile battere per tutti. Parlo di un girone tosto con 4-5 squadre che puntano al vertice. Ci sarà da lottare e sudare fino alla fine.  Il mercato Se capitano delle buoni occasioni noi di certo non ce le facciamo sfuggire…Stiamo guardando qualcosa a centrocampo. Se possiamo integrare qualcosa come numero che ben venga sempre con i dovuti tempi e modi. Non andiamo di fretta. Vincenzo Calce è sempre stato con noi dall’inizio dell’anno e ci dà una grande mano come altri imprenditori che da lontano danno tantissimi consigli e indicazioni. Grazie al vicepresidente Galeota stiamo cercando di invogliare le scuole di Torre per portare quanta più gente al campo. L’onda d’urto corallina Abbiamo un parco attaccanti niente male ma non dimentichiamoci che Schettino rientra domenica dalla squalifica e c’è Ramondo classe ’97. Sono grandi uomini e grandi giocatori:l’attacco penso debba essere la nostra arma in più .Affronteremo sabato il Casagiove che ho visto in Coppa contro il Cicciano. E’ squadra tosta,  di categoria. Dipende da come affrontiamo le partite. Se le affrontiamo concentrati e determinati porteremo a casa la posta intera. Spero e son certo che con l’approccio giusto porteremo a casa i tre punti”.

MARIO FANTACCIONE