Boxe giovanile: Mastrati della Tifata domina il criterium e accede agli assoluti

Luigi Mastroianni e Antonio Mastrati con i rispettivi premi.
Luigi Mastroianni e Antonio Mastrati con i rispettivi premi.

Domenica pomeriggio si è svolta a Mercato San Severino l’ultima tappa del criterium regionale di boxe dedicato alle categorie ‘cuccioli’ e ‘allievi’, in vista dei campionati italiani che si svolgeranno il 21 settembre a Roma o ad Assisi (ancora incerta la location). A contendersi i primati regionali ed i trofei quasi 60 ragazzi rappresentanti quasi tutte le società pugilistiche regionali. Risultati positivi sono giunti per le palestre casertane. In Piazza Giancarlo Siani i piccoli atleti della Tifata Boxe Team Perugino di San Prisco si sono fatti valere e su 5 iscritti ai tornei ben 2 hanno portato a casa il primo posto nella rispettiva categoria. Nella categoria ‘Cuccioli’, Antonio Mastrati, di Teano, facente parte della Tifata ha vinto anche la sesta tappa di avvicinamento agli assoluti tricolore e quindi parteciperà ai Campionati di fine settembre. Premiati i sacrifici nella categoria riservata ai bambini dai 6 agli 8 anni che si sposta ogni giorno accompagnato dai genitori per nutrire la propria passione per il ring nella palestra del maestro Giuseppe Perugino. Risultato sorprendente per il piccolo Antonio, dopo pochi mesi di palestra alle spalle. Stesso discorso per Luigi e Mirko Mastroianni. Entrambi si sono aggiudicati la tappa di Mercato San Severino con addirittura 3 o 4 mesi di lezioni come bagaglio di esperienza. I 2 si sono imposti nella categoria ‘allievi’ riservata agli atleti dai 12 ai 14 anni.

La spedizione tifatina al completo con il maestro e l'assistente Mastrati
La spedizione tifatina al completo con il maestro e l’assistente Mastrati

Gradino più basso del podio in questa categoria per i gemelli Fatone, Domenico ed Eugenio. I vincitori sono stati premiati dal giudice Alfredo Raininger, storico volto della boxe campano, già campione Italiano ed Europeo da pugile (38 vittorie, 6 sconfitte ed un pareggio nel palmarès). Adesso al maestro Perugino, visibilmente soddisfatto a fine rassegna dei suoi ‘giovani combattenti’, non resta che preparare al meglio per i campionati italiani i suoi atleti qualificati.