Bevilacqua-Molinaro si aggiudicano il ‘6° rally Città di Cellole’

Un momento della gara (Foto D'Angelo)
Un momento della gara (Foto D’Angelo)

Anche nella sua sesta edizione il Rally Città di Cellole – Sessa Aurunca – Roccamonfina conferma di essere una delle gare più difficili del panorama rallystico del centroSud.

A concludere sono stati in pochi e tra loro il più veloce è stato Ciriaco Bevilacqua che, navigato da Alberto Molinaro, issa la sua Peugeot 207 S2000 in cima alla classifica dopo aver inseguito sino al suo ritiro Fabio Gianfico. Il napoletano vince tutte le P.S. sino al secondo passaggio su Sessa Aurunca dove la rottura del differenziale lo ferma. La prova di Sessa si dimostra fatale anche per Tortora-Fimiani, splendidi protagonisti sulla Clio N3, che non riescono a festeggiare la seconda posizione assoluta appena raggiunta e si ritirano per le conseguenze di una toccata rimediata precedentemente a Cellole. Stesso destino toccherà a Dello Russo–Aiezza che sulla successiva P.S. di Cellole finiscono in una fangaia e riprendono molto attardati. La spuntano così i sempre velocissimi Tonino Bagnoli–Vincenzo Roma, che meritatamente portano a casa un risultato che la dice lunga sulla qualità dell’equipaggio e della piccola 106 Gruppo A preparata in casa. Sul gradino più basso del podio la Peugeot 207 S2000 di Gianni Baiano-Vanessa Sera. I due partono guardinghi, alla ricerca del feeling giusto con l’impegnativa vettura francese, poi cominciano a recuperare ed approfittano dei ritiri di chi è davanti per conquistare il podio.

Ritirato Tortora, a vincere la N3 e a concludere anche quarti assoluti sono Girolami-Colozzi, per tutta la gara a ridosso delle prime posizioni assolute. Mai in gara, Sauchelli-Liburdi chiudono quinti con l’ultima delle Peugeot S2000 presenti, appena davanti a Buglione Jr.-Del Greco che fanno loro la R3C con la Renault Clio e si tolgono la soddisfazione dello scratch sull’ultima P.S.. La N2, classe più affollata del rally, è di Orefice-Persichilli che ne prendono il comando sin dal primo passaggio di Roccamonfina per mantenerlo sino all’arrivo di Baia Domizia, conquistando anche la settima piazza assoluta. Ottavi sono Erbetta-Silvaggi, su Renault Clio S1600 davanti alla Clio RS N3 di Stracqualursi-Garzuoli in lotta per tutta la gara con Bifferato-Stabile ritiratisi nell’ultima P.S.. Ad approfittarne e a chiudere i primi dieci assoluti sono quindi Pizzuti-Renzi sulla Citroen Saxo di A6.

Il grande successo di pubblico, numeroso su tutto il percorso e straripante in occasione della Prova Spettacolo a Baia Domizia, ha decretato il successo di questa manifestazione che grazie ad un percorso tecnico, impegnativo, da rally vero si sta sempre più imponendo all’attenzione di team e piloti di tutta l’Italia Meridionale.

Un ringraziamento particolare va ai ragazzi dell’Associazione Sportiva Rally Città di Cellole, che danno tutto per la riuscita della manifestazione, riuscendo sempre ad organizzarla al meglio con grande soddisfazione dei partecipanti e del pubblico.