Il Setterosa di Allucci, Grego e Toth premiato a 10 anni da Atene

Il SetterosaOro ad Atene 2004 premiato dalla FIN
Il SetterosaOro ad Atene 2004 premiato dalla FIN

Ci sono vittorie che restano indelebili nella mente di sportivi e tifosi, figurarsi poi se si vince un oro olimpico. Una di queste  riguarda il ‘Setterosa’, la nazionale italiana di pallanuoto che ad Atene 2004, il 26 agosto, batté in un finale clamoroso (rimonta e sorpasso nell’ultimo minuto) le padrone di casa della Grecia. Ai tempi supplementari. Alla festa dei 100 anni del CONI, proprio le campionesse di Atene erano state quasi snobbate e invece, in occasione del Trofeo 7Colli di Roma, la FIN, con il presidente Barelli in testa, ha voluto omaggiare il Setterosa con una targa ricordo. Tredici donne, solo Tania Di Mario ed Elena Gigli (è stata la più giovane medagliata italiana) ancora in attività e l’artefice di quella vittoria: coach Pierluigi Formiconi. Mancava solo la Di Mario impegnata in Cina con la Nazionale per la finale di World League persa contro gli USA, ma commossa via video. In quella squadra dei sogni c’era tanto Volturno e tanta Terra di Lavoro. Il capitano azzurro era Lilly Allucci, poi 2 giocatrici formidabili come Melania Grego (che segnò 3 reti in finale) e Noemi Toth Villani. “E’ stata una forte emozione – ha commentato Noemi Toth -, ma non tanto per la targa ricevuta, quanto per l’occasione di ritrovarsi tutte insieme e divertirci. E che vittoria in quella finale, sembra giocata ieri e invece son passati già 10 anni”. Le 13 del club esclusivo hanno addirittura un gruppo tutto loro, “E’ soltanto nostro” precisa la Toth, su ‘whatsapp’. Sono passati 10 anni e 2 da Londra 2012, esperienza da dimenticare, ma la pallanuoto potrà regalare altre soddisfazioni all’Italia. Toth traccia il percorso per concludere: “Coltivare le giovanili sempre e comunque perché il livello tecnico è più basso di allora in Italia, ma lavorandoci su bene si può  ancora vincere e reggere il passo di USA, Australia e altre realtà”. Il 26 agosto potrebbe esserci una reunion per qualcosa di importante.