Il Cosenza passa ai rigori e vola in finale, ma che Volturno!



Il Cosenza festeggia a centrovasca
Il Cosenza festeggia a centrovasca

Finisce al quinto rigore del Cosenza, in gara 2 di semifinale play-off del girone Sud, la stagione 2014 del Volturno. La Tubisider espugna l’impianto del Parco Urbano ai tiri dai 5 metri e si impone 16-14 sulle ‘spartane’, portandosi sul 2-0 ed accedendo alla finale contro il Como per la Serie A1, dopo la perfetta parità, 11-11 nei tempi regolamentari. Fatale l’errore di Ciampichetti, ma tant’è che il Volturno ha giocato testa a testa contro la squadra di Posterivo favoritissima alla vigilia e in tutte e 2 le gare di semifinale, i 10 punti di distacco in campionato non si sono visti. Napolitano ritrova Sgrò, ma preferisce la formula ‘11’, tante sono le gialloverdi a referto. Il Volturno comincia forte e subito va in rete con una beduina di Ciampichetti. Vitaliti (che contro il Volturno quest’anno ha segnato solo e sempre in superiorità numerica) sfrutta l’uomo in più per il pari, ma gli risponde la Pellegrino con una palombella da applausi. Mani che battono anche per il 2-2 firmato Zaffina che beffa l’ottima Stellato. Break del Cosenza che continua con De Mari di forza e Citino che si libera bene al centro. Poi Valkai inizia il suo show con la firma sul 3-4. Nel secondo tempo il contro break lo piazza il Volturno ancora con Valkai su assist di Abbate in controfuga. Marani viene lasciata troppo sola per il 5-4 Cosenza e al cambio vasca il risultato recita 7-5 per le calabresi (sostenute da numerosi tifosi al seguito). Nel terzo tempo la Valkai accorcia sempre in solitaria lanciata dalla Bergamo. De Simone sfrutta la superiorità per il pareggio, 7-7, ma la imita la Vitaliti (manco a dirlo in power play). Poco dopo la Valkai si libera con un guizzo e batte la Nigro (8-8). La partita è emozionante e sembra di assistere ad una gara di categoria superiore. Nonostante la buona difesa, Vitaliti marca ancora una volta in superiorità. Replica la Abbate con un tiro da fuori. Nell’ultimo tempo il batticuore è generale. Valkai in tap-in con furbizia fa 10-9 per le locali. Citino fa valere la sua forza e la sua classe per l’impatto. Motta addirittura porta avanti la Tubisider, prima del pari di Pellegrino a 1’14”. Il Volturno ha le ultime 2 azioni dalla sua, ma si chiude bene il Setterosa di Posterivo.  Si va ai rigori. Il signor Scappini lancia la monetina e inizia la lotteria dei rigori la squadra ospite. Segnano Vitaliti, De Mari, Marani, De Cuia e Garritano che fa festeggiare le ospiti. Per le gialloverdi reti di Valkai, Pellegrino e De Simone. Fuori il tiro di Ciampichetti. Il team del presidente Manna vola in finale dove incontrerà il Como, vincitore del girone Nord di A2. Forse in fondo, analizzando la stagione è giusto così, ma per il Volturno fa male uscire così, anche se a testa alta con la Valkai al passo d’addio, stando a quanto ha affermato anche a fine gare. Ultima partita con una grande prestazione, tra l’altro, al culmine di una carriera entusiasmante.

Le lacrime di Caterina Ciampichetti a fine match
Le lacrime di Caterina Ciampichetti a fine match

Volturno-Cosenza 14-16 (11-11 ai t.r.)



(3-4, 2-3, 4-2, 2-2)

Volturno: Stellato, Valkai 5, Abbate 1, Palmiero, D’Oriano, Pellegrino 2, De Simone 2, Ciampichetti 1, Sgrò, Masciandaro, Bergamo. All. Napolitano

Cosenza: Nigro, Citino 2, Gallo, De Mari 1, Vitaliti 4, Manna, Marani 2, Nicolai, Presta, Zaffina 1, De Cuia, Garritani, Motta 1. All. Posterivo

Arbitro: Scappini

Superiorità: Volturno 4/7, Cosenza 5/9

Sprint 3-1 Cosenza

Sequenza rigori: Vitaliti (C) gol, Valkai (V) gol, De Mari (C) gol, Pellegrino (V) gol, Marani (C) gol, De Simone (V) gol, De Cuia (C) gol, Ciampichetti (V) fuori, Garritano (C) gol.