Il rammarico di Fabiano: “Non ho avuto il tempo di far crescere una squadra di giovani”

L'ex tecnico dell'Aversa commenta l'esonero arrivato ieri mattina

Mister Fabiano
Mister Fabiano

Ha lavorato per circa due mesi con la squadra granata ed ha pagato per i primi risultati negativi. Come gli ultimi suoi predecessori le vittorie non sono arrivate e la decisione della società guidata da Spezzaferri e Cecere è stata quella di esonerarlo per fare spazio a Nello Di Costanzo. L’ormai ex tecnico dell’Aversa Normanna Franco Fabiano svela che “mi hanno prima comunicato l’esonero e poi solamente dopo ho incontrato i dirigenti. A mezzogiorno di ieri mi è stato riferito che non allenavo più la squadra, ma ora preferisco non parlarne più. Sono davvero rammaricato soprattutto perchè da oggi fino alla fine dell’anno non potrò più allenare visto che sono ancora sotto contratto. Il dispiacere maggiore è che se non avevano fiducia in me potevano trovare questa decisione già quindici giorni fa”. Fatali due giornate di campionato, un pareggio in casa, giocando bene, con la Torres e la sconfitta con il Melfi, nonostante l’uomo in più per un tempo: “Speravo che il progetto potesse andare avanti, purtroppo così non è stato. Non ho avuto il tempo di far crescere una squadra composta da tanti giovani e ancora in allestimento. Mi piace sottolineare che a Melfi hanno giocato Villanova, Djibo e Varsi, tutti giovanissimi”. A ‘guastare’ il rapporto tra le parti la diversa visione dell’attacco, con il pomo d’adamo formato dalla coppia Vicentin-Orlando: “Ho fatto presente alla dirigenza che non sono ancora nella migliore condizione fisica e per questo non li ho fatti giocare insieme. Quando non avevo alternativo ho scelto di schierarli insieme ma ad oggi non erano nelle condizioni migliori per farlo”. L’addio con un saluto e un ringraziamento a coloro che hanno collaborato con lui in questo periodo.